L’arte per me è sempre stata un nido accogliente, in cui ho riversato tutte le mie ansie e le mie aspirazioni, un mondo solo mio dove riesco tutt’ ora a estraniarmi dalla realtà e ritrovare me stessa.
E’ con questa frase che Dora Bottaro un’ artista palermitana conquista la mia persona, colei che quando dipinge dice, entra in un’altra dimensione, dove il tempo vola e non esiste più nulla, soltanto lei e i suoi corpi femminili.
Dora BottaroLei è l’artista delle donne, delle diverse angolazioni femminili, “adesso le mie donne sono abbondanti, ma all’inizio ho preso spunto dalle modelle, quasi anoressiche che bombardavano il mio immaginario.
Man mano che prendevano forma, i loro corpi cominciavano a dilagare, ad allargarsi a dismisura e poco importava se i canoni proporzionali venivano sovvertiti, è così che le volevo: esagerate. Ma anche belle. Perché la mia idea di abbondanza non deve mai annullare la gradevolezza, la piacevolezza, la bellezza insomma.
Non so cosa mi spinga a dipingere sempre e solo donne… ma è così da sempre… ed è quello che per anni ho considerato un limite”
Dora BottaroUn limite che l’ha sempre bloccata, ma che le ha permesso dopo anni di angoscia di iscriversi presso l’accademia delle belle arti di Palermo e laurearsi, specializzandosi in Pittura, ecco perché qualsiasi tecnica da lei adoperata suscita emozione, perché possiede oltre al talento e all’estro artistico anche la conoscenza pittorica, sa spaziare dagli oli agli acrilici, dai carboncini alle tempere e così via per le varie tecniche.
Dora Bottaro è un’ Artista che adora viaggiare, leggere ma soprattutto scrivere, per dare libero sfogo ai suoi pensieri, alle sue espressioni interne.
“credo che la scoperta di luoghi e modi di vivere diversi dal nostro, siano, insieme alla lettura, uno straordinario strumento di conoscenza, sia di se stessi che degli altri”.
Quindi ogni opera da lei realizzata è un racconto, che ci parla inconsapevolmente dell’autrice stessa, ogni donna acquisisce dettagli descrittivi della Bottaro, chissà se poi effettivamente una sola “donna” potrà riuscire a inglobare la sua anima, lei stessa dice di non rappresentarsi in una determinata tela, ogni donna è parte di lei, emettendo così emozioni parallele ai propri stati d’animo.
Dora Bottaro

Dora Bottaro

© Riproduzione Riservata

Commenti