Blobfish, l'animale più brutto del mondo

La “Ugly Animal Preservation Society” ha indetto un concorso per eleggere l’animale più brutto al mondo. Il primo posto se lo è aggiudicato il blobfish. Madre Natura non è sempre gentile con tutti … e questo riguarda anche gli animali. A vincere il premio come animale più brutto del mondo è il Blobfish. Un pesce gelatinoso e lo sguardo triste che vive al largo della costa sud-est di l’Australia e la Tasmania Eletto da una votazione pubblica per diventare la mascotte ufficiale della Ugly Animal Preservation Society, con 795 voti a favore su oltre 3mila espressi si è aggiudicato il primo posto. Il vincitore è stato annunciato durante il Festival della Scienza di Newcastle. Mentre a prima vista questa competizione sembra essere un evento scherzoso, in realtà lo scopo è ben diverso. La campagna è stata lanciata per alzare l’attenzione sugli animali in via di estinzione ed “esteticamente meno fortunate”. Con 200 specie che vengono uccise ogni giorno, gli animali più brutti devono avere maggiore protezione. Il Blobfish si è aggiudicato il primo posto rispetto alla scimmia con il naso a proboscide, la tartaruga con il naso da maiale e la rana del lago Titicaca soprannominata “rana scroto”. “Alcuni dicono che sia brutto, ma penso che la faccia triste di un blobfish nasconda una grande intelligenza” ha detto il biologo e presidente dell’associazione Simon Watt. La campagna è stata un successo, con più di 3000 utenti che hanno partecipato al concorso. Questo successo ha sorpreso Simon Watt, che ha così commentato al Guardian: “Per molto tempo gli animali carini e pelosi hanno occupato la ribalta e ora centinaia di specie si sono estinte solo perché dolorosamente brutti”. “Non ho nulla contro i panda, ma hanno già loro sostenitori, conclude il presidente.

© Riproduzione Riservata

Commenti