Grande inaugurazione, giovedì 12 settembre, alle ore 18, al Teatro Antico di Taormina, per la seconda edizione del Festival internazionale delle orchestre a plettro.

Taormina, prima giornata del Festival orchestre a PlettroSarà un evento musicale all’insegna della tradizione, suddiviso in quattro giornate. Giovedì, a salutare il pubblico della “Perla dello Jonio”, sarà l’Orchestra a plettro “Città di Taormina”, che insieme all’Orchestra a plettro “Città di Milano” eseguirà la “Tarantella”. Subito dopo, spazio al gruppo milanese diretto da Augusto Scibilia. L’Orchestra a plettro “Città di Milano” si è costituita nel 1960 in seguito alla fusione di due vecchie e valorose orchestre milanesi: l’Accademia Mandolinistica di Milano ed il Circolo Mandolinistico Rinaldi, eredi di formazioni musicali che dalla fine del 1800 tenevano alta la tradizione mandolinistica milanese.

Nel 1999 alcuni esecutori dell’attuale formazione fondano l’Associazione culturale senza scopo di lucro denominata Orchestra a plettro Città di Milano, con lo scopo di salvaguardare la tradizione del mandolino. Ora l’Orchestra ha superato il 50° anno di attività e il filo conduttore in tutti questi anni è sempre il più sincero e passionale amore per gli strumenti a plettro e la buona musica.

Nel 1960 il maestro Goliardo Bernardi prende la direzione della neonata Orchestra e con grande maestria e passione la conduce fino al 1997. In questi anni la dirige in centinaia di concerti eseguiti in Italia ed Europa. Trascrive centinaia di pezzi classici, folkloristici e mandolinistici che ancora oggi fanno parte del repertorio eseguito in sala. L’Orchestra sotto la sua guida esegue anche registrazioni per la Rai, per radio italiane e tedesche, incide musiche da film e produce alcuni dischi di notevole qualità. I solisti dell’Orchestra vengono chiamati alla Scala per affiancare l’Orchestra scaligera in alcune opere dove è richiesta la presenza di strumenti a plettro.

Nel 1997 la bacchetta passa nelle mani del maestro Roberto Fenini. Con grande forza e dedizione risolleva l’Orchestra da una grave crisi e crea una impostazione più moderna nelle esecuzioni trascrivendo e proponendo nelle sale nuovi brani di grande attualità e interesse. Alla sua scomparsa è sostituito dal maestro Marco Doni e poi dal maestro Achille Bocus.

Dal 2008 alla guida dell’Orchestra sono gli attuali direttori maestro Augusto Scibilia e maestro Piero Lisci che, con la loro professionalità, hanno portato ai massimi livelli il livello esecutivo dell’Orchestra, che colpisce il cuore e i sensi di chi ascolta le esecuzioni di questi appassionati musicisti. Sotto la loro direzione è stato inciso l’ultimo cd dell’Orchestra, dedicato al tema della danza e commemorativo del 50° anniversario.

Dopo la “Tarantella” che verrà eseguita dall’Orchestra a plettro “Città di Taormina” e dall’Orchestra a plettro “Città di Milano”, a rimanere sul palco sarà solo il gruppo diretto dal maestro Scibilia, che eseguirà: Concerto “alla Rustica” in Sol maggiore, RV151, Presto, Adagio, Allegro(A. Vivaldi, 1678 -1741); Overtura (G. F. Eterardi, sec. XVIII), Serenata d’Autrefois (G. Silvestri, 1841 – 1921), Planxty O’Carolan, Introduction, Lannigan’s Ball, Planxty Maguire, The Wind from the South, The Princess Royal, Down by the Sally Gardens, The Irish Washerwoman (B. Szordikowski), Oblivion (A. Piazzolla, 1921-1992), Mazurka (N. Rota, 1911-1979), Valzer del Commiato (N. Rota), Rumba (D. Kreidler), Yume (N. Nagaoka), Over the rainbow (H. Arlen, 1905 – 1986), Palladio (K. Jenkins), Plink Plank Plunk (L. Anderson, 1908 – 1975).

Questo l’organigramma dell’Orchestra a plettro “Città di Milano”. Direzione artistica: direttore maestro Augusto Scibilia; direttore coadiutore: maestro Piero Lisci. Primi mandolini: Ferruccio de Paoli (primo mandolino), Federico Almaviva, Fulvia Borini, Emanuela Giusti, Antonino Strati, Giuseppe Zanda, Estevan Thibault. Secondi mandolini: Marika Bettinelli (primo mandolino), Angela Calzaretta, Domenico Casablanca, Maddalena Coffani, Marta Cutillo, Marco Giacobazzi, Giovanni Ladu, Vito Minerva, Cesare Salvetat, Stefano Vincenti, Claudia Costa, Franca Belskij. Mandole: Piero Lisci (prima mandola), Mariangela Bocus, Ambrogio Bonalumi, Fabio Castellarin, Rossano Del Vecchio, Paola Vlahov. Chitarre: Giuseppe Cometa (prima chitarra), Giovanni Belloni, Rosanna Baldassarri, Antonio Ceci, Francesco Grieco, Domenico Menzio, Donato Turitto, Sonia Zecchi, William Barbera. Bassi: Mandoloncello Angelo Rocchi, Giorgio Stucchi. Mandolone: Giacomo Rocchi. Contrabbasso: Fabrizio Castellarin. Percussioni: Alighiero Oggiano. Presentatrici: Maristella Censi e Dalila Ceci. L’entrata al Teatro Antico, per assistere alle performance delle Orchestre a plettro, è totalmente gratuita.

© Riproduzione Riservata

Commenti