Torna la Nazionale con l’obiettivo di ipotecare Rio 2014!

prandellIl quattordicesimo mondiale consecutivo è vicino, lo vogliamo un po’ tutti, dopo la disfatta africana del 2010 in Italia c’è di nuovo voglia di assaporare l’ebbrezza che sa regalare la massima competizione calcistica, prima però servono sei punti nel doppio impegno casalingo, che vedrà gli azzurri di Prandelli (non commenterò la decisione del mister di lasciare dopo il mondiale) affrontare venerdì 6 al Renzo Barbera di Palermo (campo tradizionalmente positivo, siamo imbattuti dal 94) la Bulgaria, e martedì 10 allo Juventus Stadium (prima assoluta) la Repubblica Ceca.

Nel primo match, mancheranno gli squalificati Balotelli, Osvaldo e Montolivo, quindi è probabile l’impiego di Gilardino come unica punta, affiancato da due trequartisti, i favoriti sono il laziale Candreva e l’ex Juve, ora al Sunderland Giaccherini, la novità a centrocampo potrebbe essere rappresentata dall’impiego del rientrante Thiago Motta al fianco di Pirlo (anche lui dopo il mondiale lascerà l’azzurro) e De Rossi, in difesa mancherà Barzagli per infortunio, con conseguente spostamento al centro della difesa del compagno di squadra Chiellini, unico dubbio da sciogliere per il Catania è il ruolo di terzino sinistro.

Nell’incontro di venerdì a Torino dovrebbe esserci sicuramente l’impiego di Balotelli, che comporterà sicuramente un cambio di modulo e uomini, c’è molta curiosità anche per questo match, sarà il primo giocato dalla Nazionale Italiana in uno stadio “senza barriere”.
Se le cose andranno per il verso giusto, il Capitano degli azzurri Gianluigi Buffon festeggerà nel suo stadio la presenza numero 136 con la maglia azzurra, che gli permetterà di eguagliare come maggior numero di presenze assolute Cannavaro.
Ma la speranza di tutti è che venerdì al triplice fischio finale, la Nazionale abbia già staccato matematicamente il pass per Brasile 2014.

© Riproduzione Riservata

Commenti