Agli MTV Video Music Award 2013 non s’è parlato che di Miley Cyrus e del suo balletto. Critiche, foto, video, Gif e articoli vari, però, ne hanno decretato il successo. Almeno quello social e commerciale.

miley-cyrus-robin-thicke-2013-mtvÈ stata la regina incontrastata degli MTV Video Music Awards, grazie soprattutto a quel twerk che ha fatto impazzire o arrabbiare (a seconda dei punti di vista) mezza America, facendo scomodare commentatori e associazioni varie. Parliamo, ovviamente, di Miley Cyrus di cui tra ieri e oggi non si potevano evitare video, foto o Gif animate che ritraevano il suo ballo assieme a Robin Thicke, mentre si esibivano in un medley di “Blurred Lines” e “We can’t stop”. E puntuale è arrivata la critica della Parents Television Council (PTC), gruppo che controlla i programmi tv e critica ciò che potrebbe essere dannoso per i bambini, che in un comunicato stampa attacca l’emittente accusandola di “commercializzare materiale per soli adulti ai bambini mentre manipola la classificazione del contenuto per far credere ai genitori che sia adatto ai loro figli” e prendendosela anche con l’esibizione di Lady Gaga.

Tutta colpa di quel movimento di bacino per cui si caratterizza il twerk, ormai marchio di fabbrica della Cyrus che pure in un’intervista si lamentava di non voler essere ricordata solo come “la regina del twerking” e così la cantante s’è presa la scena, relegando nell’ombra anche il vincitore Justin Timberlake che con quattro statuette e una lunga esibizione è stato il re della serata. E gli effetti per l’ex idolo dei ragazzi che guardavano, innocenti, Disney Channel (quando la Cyrus interpretava Hannah Montana) quali sono stati?

È Billboard a fare un po’ di chiarezza tra i numeri della serata che ha visto 10 milioni di persone davanti lo schermo (molte più rispetto alle 6,6 dell’anno scorso, ma non il record, che fu raggiunto con i 12,4 milioni dell’edizione 2011). Ma restando sulla popstar, beh, il medley ha raccolto 306.100 tweet al minuto, un’enormità se si pensa che il massimo, l’anno scorso, sono stati 98.307 al minuto e che per la notte elettorale americana si sono raggiunti i 327.452. Deve accontentarsi del secondo posto JT per la cui esibizione finale sono ci sono stati 219.800 tweet al minuto.

E su Facebook? Secondo Next Big Sound, ci dice sempre Billboard, la Cyrus ha guadagnato 50 mila nuovi fan sulla sua pagina fan. Non male, insomma.

Ma sono soprattutto i numeri di vendite, crediamo, a interessare maggiormente la Cyrus e l’etichetta e allora anche su questo fronte il colpo è stato ben assestato. “Bangerz”, infatti, il nuovo album che uscirà l’8 ottobre e che 24 ore prima della trasmissione era stato messo in prevendita sull’iTunes Store, ha raggiunto la quinta posizione tra i dischi più venduti negli Usa, mentre se il singolo che ha impazzato tra fine giugno e luglio vedrà un incremento delle vendite è soprattutto il nuovo “Wrecking Bell” che secondo alcune fonti avrebbe venduto qualcosa come 80-90 mila copie in soli due giorni.

© Riproduzione Riservata

Commenti