Feriti e ustionati durante gli incendi che stanno devastando la Sardegna. Il grido di allarme dalla Regione: “I Canadair non bastano”

sardegna-incendio
La Sardegna devastata dalle fiamme, e il bilancio è pesantissimo. Duemila ettari di territorio distrutti dalle fiamme, quattro persone ferite dal fuoco e intossicate a causa del fumo. Da ieri i vasti incendi non danno tregua all’isola. Per spegnere le fiamme sono impegnati i Vigili del Fuoco, la Guardia Forestale e la Protezione Civile, ma le fiamme sono alimentate dal vento e dalle alte temperature che hanno finora limitato fortemente l’azione degli uomini, che hanno dovuto fare i conti con sempre nuovi focolai.
Dalla Regione arriva il grido d’allarme e la richiesta di più Canadair.

Le maggiori emergenze si registrano a Sinnai, nel cagliaritano, dove un ispettore della Forestale impegnato nello spegnimento di un incendio nella zona denominata “Burranca”, nei pressi della statale 125, ha accusato un malore causato forse dalle alte temperature. L’uomo è stato soccorso e portato via in ambulanza.

Ma la situazione non è migliore a Ghilarza, nell’oristanese, dove stanno operando tre elicotteri antincendio della Regione: qui un allevatore è rimasto ustionato ieri mentre tentava di mettere in salvo il suo bestiame. Nei paraggi, invece, una persona è finita all’ospedale per aver respirato il fumo, mentre un’altra è rimasta ustionata, fortunatamente non in modo grave. I roghi nell’oristanese hanno danneggiato campagne e aziende agricole. Le fiamme scoppiate ad Abbassanta hanno reso necessaria la chiusura temporanea statale 131 Dcn. A Laconi, nel nuorese, 40 persone sono state allontanate a scopo precauzionale. Nella frazione di Su Lau è stata evacuata una casa di riposo per anziani e alcune abitazioni del rione Bingixedda.

Gli incendi nella zona non sono ancora stati domati, e insieme ai Vigili del fuoco e alle squadre a terra della Forestale, stanno lavorando un Canadair e tre elicotteri della flotta regionale. Allertati anche due Canadair del sistema antincendi della Corsica, per eventuali emergenze nel nord Sardegna. Un analogo velivolo della flotta sarda, infatti, è bloccato ad Olbia per un guasto.

© Riproduzione Riservata

Commenti