Gravissimo incidente avvenuto sull’autostrada A16 Napoli-Canosa tra Monteforte Irpino e Baiano. L’autobus, di ritorno da una gita, ha travolto diverse auto incolonnate, prima di precipitare da circa 30 metri. Tra i passeggeri molti bambini


Il bilancio dell’incidente avvenuto verso le 20.30 lungo l’autostrada A16 Napoli-Canosa è di almeno 36 morti e 11 feriti (6 donne, 2 uomini e 3 bambini). Subito dopo il casello di Avellino Ovest, in un tratto in discesa, un pullman con a bordo 48 passeggeri ha travolto diverse auto che erano ferme in coda e poi ha sfondato il guardrail del viadotto Acqualonga e con un volo di circa 30 metri è precipitato in una scarpata. Le vittime rientravano verso Napoli da una gita. Nell’incidente sono rimaste ferite anche alcune persone che si trovavano nelle auto incolonnate sull’autostrada e che sono state tamponate dall’autobus.
Immediati i soccorsi di vigili del fuoco e polstrada. “La situazione è critica” ha detto il caposquadra dei vigili del fuoco Pellegrino Iandolo, “i nostri uomini stanno lavorando per salvare quante più vite possibile mentre su di loro incombe la minaccia di questi pezzi di cemento che, in bilico sul viadotto, potrebbero precipitare su di loro. Altro personale sta lavorando per mettere in sicurezza il guardrail pericolante”.
Tra le varie ipotesi che vengono vagliate c’è quella di un guasto ai freni. Il tratto autostradale è stato chiuso al traffico per oltre 4 ore (dopo mezzanotte è stata riaperta solo l’altra carreggiata)

Foto: il Mattino

© Riproduzione Riservata

Commenti