Con il sigillo della Regina Elisabetta in Gran Bretagna entra in vigore la nuova legge sui matrimoni gay. I primi matrimoni tra persone dello stesso sesso potranno essere celebrati nel 2014


Approvata definitivamente la legge che introduce i matrimoni omosessuali in Gran Bretagna. L’ultimo passaggio che mancava all’iter di approvazione delle nozze gay è giunto a conclusione. Come riporta il sito della Bbc infatti la regina Elisabetta ha apposto il suo sigillo sul provvedimento fortemente voluto dal governo di David Cameron rendendolo definitivo.
Un passo dovuto quella della Regina Elisabetta ma necessario affinché già dal 2014 in Gran Bretagna possano essere celebrati i matrimoni tra persone dello stesso sesso. La nuova legge che ha spaccato la maggioranza conservatrice britannica nonostante l’intervento del Premier, era stata approvata in via definitiva dal parlamento britannico con il sì della Camera dei Comuni espresso sia dai laburisti che dai liberaldemocratici.

In Gran Bretagna le coppie gay potevano già ottenere il riconoscimento delle unioni civili con gli stessi diritti del matrimonio tra uomo e donna, ma i movimenti a favore delle nozze omosessuali hanno insistito per equiparare in tutto e per tutto i matrimoni. “Quello che giunge da Oltremanica è un segnale importante e inequivocabile: le coppie omosessuali inglesi potranno accedere all’istituto del matrimonio grazie all’impegno in prima persona di David Cameron, cioè di un primo ministro conservatore” ha commentato il presidente italiano di Arcigay, Flavio Romani, aggiungendo “Credere nel matrimonio, come dicono di fare molti dei leader della politica italiana, vuol dire adoperarsi per estendere a tutte e tutti il diritto di sposarsi, e non intraprendere crociate tese a trasformare quell’istituto in un beneficio esclusivo per coppie eterosessuali, come invece succede in Italia”.

© Riproduzione Riservata

Commenti