Trionfo del tedesco al Nurburgring in una gara rocambolesca. Al pit stop Mark perde un pneumatico che colpisce un cameramen: non è grave. Dopo la safety car per la Marussia di Bianchi, ritirato, che lasciata in folle attraversa la pista

Sebastian Vettel vince il GP di Germania al Nurburgring, precedendo Raikkonen e Grosjean, dopo una gara rocambolesca, chiusa da Alonso al 4° posto dopo che aveva scelto l’azzardo di partire con le gomme medie. Out Massa dopo pochi giri per un testacoda alla prima curva, si è temuto il peggio al 9° giro ai box alla prima sosta di Webber: l’australiano viene fatto ripartire con una gomma mal avvitata, che semina il panico fino a colpire un cameramen. Subito soccorso, non è grave.

Altra emozione, al 24° giro, con l’ingresso della safety car per la Marussia di Bianchi, posteggiata a bordo pista in folle dopo la rottura del motore, che invade il tracciato in retromarcia attraversandolo da una parte all’altra. Alla ripartenza, dopo che tutti si fermano al pit stop, Vettel deve controllare l’aggressività delle Lotus di Grosjean e Raikkonen, con Alonso 4°. L’ultima girandola di cambi-gomme produce nulla, se non il sorpasso di Raikkonen su Grosjean nel vano tentativo di andare a riprendere Vettel, che resiste nonostante il forcing del finlandese. Nel mondiale il tedesco ha 34 punti di vantaggio sullo spagnolo.

[Fonte: La Gazzetta dello Sport]

© Riproduzione Riservata

Commenti