Il pilota finlandese si schiera contro i colleghi che pensano allo sciopero


Nei giorni scorsi molti piloti hanno detto che non correranno o si ritireranno dalla gara se al Nurburgring ci saranno gli stessi problemi di gomme che sono stati registrati al Gp di Silverstone. Il sindacato piloti ieri ha fatto sapere che il direttore di gara Charlie Whiting potrebbe sospendere la gara in caso di problemi ai pneumatici.

Kimi Raikkonen, campione del mondo 2007 con la Ferrari, terzo nel Mondiale, ha dichiarato che lui qualunque cosa accada correrà. Innanzitutto perché lui non fa parte del sindacato piloti e poi perché nel 2005, quando ad Indianapolis la Michelin consigliò ai propri piloti di non correre, ci furono tre scuderie (una era la Ferrari) che decisero di non partecipare al boicottaggio e disputarono ugualmente la gara: “Io corro, a prescindere da quello che succederà. La dichiarazione della Gpda io non l’ho sentita. Tempo fa, nel 2005, fui coinvolto e stranamente alcuni piloti non si fermarono e corsero, quindi di sicuro questa volta correrò qualunque cosa accada.”

[Fonte: fanpage]

© Riproduzione Riservata

Commenti