Si è da poco conclusa, presso l’Atlantic Bay, la conferenza stampa, tappa di avvicinamento alla serata della consegna dei Nastri d’Argento al Teatro Antico di Taormina

TAORMINA – Si è tenuta oggi alle 15:00, presso l’Atlantic Bay, la conferenza stampa che apre la giornata dei Nastri d’Argento. Ad iniziare è stato Roberto Andò che ha letto una comunicazione diretta al presidente Letta, con lo scopo di salvaguardare il cinema italiano.
Presenti alla conferenza Cesare Cremonini con Gianni Morandi, Carlo Verdone, Giuseppe Tornatore, Alessandro Gassman, Francesca Neri, Maria Sole Tognazzi, Aniello Arena, Tea Falco è la giovanissima . . . Rompe il ghiaccio Tornatore “non pensare ai nastri e non pensare mai di prendersi”.

Trentacinque i film nominati con almeno una candidatura. Francesca Neri contentissima per la vittoria ha un pensiero per le maestranze. Premio speciale per Alessandro Gasman, testimonial di Amnesty International che ha salutato tutti alzandosi in piedi.

Tea Falco, catanese, per l’exploit nell’ultimo film di Bernardo Bertolucci “Io e te” vince il Nastro d’Argento Bulgari 2013. Divertentissima Maria Sole Tognazzi che ha fatto ridere la platea rispondendo alla domanda se si sentisse una sex simbol. “E’ durissima” risponde sorridendo. Carlo Verdone ha raccontato invece il documentario che ha fatto su Sordi. “E’ stato un modo per ricordarlo e per questo ho intervistato tutti, anche chi magari non era d’accordo” ha detto. “E’ stato un modo per ricordarlo” ha aggiunto. “Sto facendo una aritmia nel mio modo di fare film. Il mio prossimo film non sarà siciliano.

È per il momento non penso farò film sulla Sicilia. È bello poi ritornare in Sicilia dopo essersi staccati per un po’. “Quando ha preso la parola Morricone, tutti i giornalisti si sono alzati per applaudirlo. Morricone ha ringraziato tutti e soprattutto ha raccontato di andare fiero per i suoi dieci nastri d’argento, sei dei quali sono stati per le musiche nei film con Tornatore. Si e’ respirata una bella atmosfera e un momento di grande cinema per tutti.

© Riproduzione Riservata

Commenti