In Egitto i militari destituiscono con la forza il presidente legittimo e il Parlamento. In Italia il “Consiglio supremo di difesa”, presieduto da Napolitano, scavalca il Parlamento e decide di dare comunque corso alla cinica follia degli F-35

Il colpo di Stato dei militari in Egitto non scandalizza troppo i nostri politici e giornalisti “ultra-democratici”. Il Parlamento e il legittimo presidente di quel Paese non sono graditi agli imperialisti occidentali, così come ai militari golpisti di quel Paese. Il neocolonialismo occidentale non deve trovare ostacoli in Africa, si tratti di Gheddafi o di Morsi. L’esercito egiziano impone il coprifuoco, spara sui sostenitori del presidente Morsi e uccide 10 manifestanti. USA ed Israele applaudono.

I nostri “mass-media” non condannano il golpe, rimangono “neutrali” e osservano. Ma anche in Italia i vertici militari non scherzano. Sotto la presidenza di Napolitano, che dovrebbe garantire Costituzione e Parlamento, hanno deciso di espropriare il Parlamento da ogni decisione sull’acquisto degli F-35, strumenti di morte e di distruzione. Gran Bretagna, Olanda, Danimarca, Australia e Turchia hanno già rimesso in discussione l’operazione, che costerà all’Italia non meno di 15 miliardi di euro.

Infatti questa cinica follia risulta indigesta, non solo a movimenti popolari ed a partiti extraparlamentari, ma anche a partiti in Parlamento: M5S, SEL, parte del PD. Per non correre rischi di “democrazia” – nonostante i numeri in Parlamento – Napolitano e militari hanno deciso in proprio. Una conferma di quanto ho già diverse volte scritto: Parlamento e partiti italiani hanno ceduto la loro sovranità alla troika europea FMI/BCE/UE e al presidente Napolitano, sponsor del governissimo e del presidenzialismo. Non è questo il passaggio “soft” dalla Repubblica della Pace e della democrazia parlamentare ad un regime presidenzialista e militare al servizio della Nato?

Il “Consiglio supremo di difesa” è un organo consultivo-esecutivo di decisioni parlamentari; come il Presidente Napolitano, deve essere garante della Costituzione e del Parlamento.

Alla riunione, tenutasi al Quirinale, hanno partecipato il premier Enrico Letta, il ministro degli Esteri Bonino, il ministro dell’Interno Alfano, il ministro dell’Economia e delle Finanze Saccomanni, il ministro della Difesa Mario Mauro, il ministro dello Sviluppo economico Zanonato, il capo di stato maggiore della Difesa ammiraglio Luigi Binelli Mantelli.

Anche il nostro paese è dunque in mano all’esercito al punto che il Parlamento non può mettere naso nelle sue decisioni? Il parlamento può solo convertire in legge i decreti del governo che tolgono diritti a milioni di pensionati, mentre deve restare muto sui temi della politica internazionale e militare che hanno così forte impatto economico sul nostro bilancio in un periodo di profonda crisi? Il ruolo del Presidente della Repubblica di alto garante della Costituzione dove è finito?

Dunque non basta la legge elettorale-truffa che produce governissimi anticostituzionali e parlamenti consociativi, serve anche il veto presidenzialista e militare sul Parlamento. Ora questo Parlamento dovrebbe trovare il coraggio e la dignità di bocciare l’acquisto degli F-35 e di altri armamenti distruttivi, ma lo farà?

E la Corte costituzionale, che in questi giorni ha stabilito che la Fiat di Marchionne viola i diritti Fiom nelle fabbriche, non ha nulla da dire sulla faccenda degli F-35 e sulla eversione costituzionale messa in atto dal “Consiglio supremo di difesa”? Anche il termine “difesa” è un falso, perché si tratta di armi di offesa e di aggressione contro Paesi e popoli che mai ci hanno minacciato di guerra.


Petizione AVAAZ

Tra 3 giorni il parlamento rischia di dare il via libera a uno dei più folli sprechi di denaro pubblico di sempre: 13 miliardi di euro per dei caccia americani che non ci servono a niente. Firma ora questa petizione urgente ai politici chiave e condividila con tutti per fare in modo che abbastanza parlamentari votino per fermare questa spesa assurda!

https://secure.avaaz.org/it/italy_no_f35_c/?bjDkAdb&v=26689

© Riproduzione Riservata

Commenti