Il mondo dell’informatica perde uno dei suoi inventori più visionari: Douglas “Doug” Engelbart, l’uomo dietro all’idea del mouse, è morto all’età di 88 anni

Nato a Portland, in Oregon, nel 1925, Doug Engelbart ha avuto un impatto formidabile sull’evoluzione della scienza informatica e in particolare sull’interazione uomo-macchina. Le sue ricerche e i suoi lavori sono alla base di concetti come l’ipertesto, le reti di computer e le interfacce grafiche, concetti senza i quali il modo in cui utilizziamo i computer sarebbero molto diversi. Il 21 giugno 1967 Engelbart ottennne il brevetto per il suo “indicatore di posizione X-Y per display”. Ovvero il mouse. L’anno seguente, nel 1968, alla Joint Computer Conference al Convention Center di San Francisco, si svolse la dimostrazione pubblica del progetto. Più tardi la Xerox produsse lo Star, il primo computer dotato di mouse: Steve Jobs vide il progetto, “rubò” e perfezionò l’idea. È così che sono nati l’Apple Lisa e soprattutto il Macintosh, il primo personal computer con interfaccia grafica e mouse ad avere grande successo commerciale.

© Riproduzione Riservata

Commenti