Ulteriori visite di controllo ne escludono il recupero anche per un’eventuale finale degli azzurri in Confederations Cup. Troppo rischioso forzarne la guarigione


“Mi sento un perdente, mi dispiace lasciare i compagni di squadra così, ma c’è il preliminare di Champions e quindi mi devo curare. Comunque i miei compagni di nazionale faranno bene anche senza di me”. Poche parole mentre abbandona il ritiro della Nazionale, Mario Balotelli torna a casa amareggiato. Sottopostosi a un’ulteriore visita di controllo, l’attaccante del Milan lascia il ritiro degli Azzurri in Brasile perché l’esito non gli ha lasciato speranze: l’infortunio muscolare alla coscia sinistra lo terrebbe fuori anche da un’eventuale finale.
“Ho visitato Mario Balotelli stamattina. Viste le condizioni non soddisfacenti, d’accordo con il c.t. Prandelli e il giocatore abbiamo deciso di rinviarlo in Italia per le cure”, afferma il professor Castellacci, medico della Nazionale. Niente rischi, il bomber fa i bagagli e fa rotta verso l’Italia. A prendersi cura di lui sarà lo staff del ‘diavolo’. Troppo pericoloso per il calciatore (e per il club rossonero) tentare recuperi ‘prodigiosi’ che potrebbero comprometterne il lavoro nel precampionato, la partecipazione ai preliminari di Champions e, più ancora, procrastinarne il debutto in campionato.

La reazione di Prandelli. “Vorrà dire che senza di lui punteremo su un modulo che esalta il collettivo. Non abbiamo ricevuto pressioni da parte del Milan, non potevamo rischiare il calciatore”
Il responso dopo l’ecografia eseguita nel tardo pomeriggio di ieri in Brasile è di “una distrazione di primo grado al vasto laterale della gamba sinistra”. Lui avrebbe voluto esserci, ha una motivazione speciale: la sconfitta nella finale dell’Europeo gli rigò il volto di lacrime. Dall’esultanza tronfia e potente contro la Germania al pianto, che avrebbe voluto cancellare battendo la ‘roja’ in semifinale. Gli toccherà aspettare e sperare che, anche senza di lui, gli azzurri agguantino la finale della Confederations Cup. La vedrà da casa, però.

Tegole sugli azzurri. La sconfitta con il Brasile e un bollettino medico che alimenta l’amarezza: Balotelli che dice addio alla Confederations Cup e alla Spagna. Abate definitivamente fuori uso per la lussazione alla spalla procuratasi a causa di uno sgambetto di Neymar. Montolivo messo ko da una pallonata che lo ha centrato alla testa e costretto a ricorrere (a scopo precauzionale) a ulteriori esami clinici e riposo (ma dovrebbe esserci). Pirlo è ancora in dubbio a causa dell’infortunio al polpaccio destro col Giappone, che già lo ha costretto a saltare il Brasile. E poi ci sono le condizioni di Super Mario: l’attaccante del Milan, protagonista dello splendido colpo di tacco che ha innescato l’azione da rete di Giaccherini, è uscito malconcio dal match e l’avventura nel Paese sudamericano è finita senza gloria e tanta sfortuna.

[Fonte: fanpage]

© Riproduzione Riservata

Commenti