La ministra per le Pari opportunità in una conferenza stampa a Palazzo Chigi, risponde alle accuse mosse contro di lei per delle irregolarità fiscali


“Mi hanno detto di tutto,  mi hanno anche dato della puttana… Le parole a volte sono pietre e sono state scagliate contro di me con inaudita brutalità e violenza”. Con queste parole il ministro per le Pari opportunità, lo Sport e le Politiche giovanili Josefa Idem, prende la parola in una conferenza stampa a Palazzo Chigi.

“Sono stata per anni un’atleta, non ho studiato da commercialista. Ho delegato tutte le mie questioni fiscali ed edili dando un’indicazione chiara: voglio che tutto sia fatto nel rispetto delle regole. Per quel che riguarda i lavori edili ci sono state irregolarità e ritardi. Me ne scuso pubblicamente e sanerò quello che c’è da sanare. Come qualunque cittadino. Non sono una cittadina infallibile ma una cittadina onesta e non permetto a nessuno di dubitarne. La mia intenzione è continuare a impegnarmi per il bene del nostro Paese. Da parte mia non c’è stata distrazione ma assenza fisica e grande impegno atletico, perché è questo che viene richiesto a una atleta che vince e poi voi applaudite. Adesso io queste cose non le delego più perché faccio la ministra”.

La ministra, incalzata da una domanda sulla volontà di dimettersi, precisa: “Questo è un Paese plurale. Se tanti hanno detto che dovrei dimettermi, tante persone mi hanno detto di continuare, di non darla vinta ad una montatura mediatica- E io intendo continuare per non tradire la fiducia delle persone che contano sul mio contributo”. E ancora: “In Germania nessuno si sarebbe dimesso per una cosa simile”

Infine è intervenuto il legale della Idem, Luca Di Raimondo che ha fornito dettagli tecnici della vicenda: “anche secondo gli accertamenti del Comune di Ravenna, non esiste alcun tipo di reato”. E aggiunge: “Non è vero che il ministro Idem non ha pagato ICI e IMU. C’è solo un «ravvedimento operoso» pagato entro la scadenza prevista del 28 febbraio scorso per sanare una irregolarità”.

© Riproduzione Riservata

Commenti