Tra i molti ospiti internazionali che stanno arricchendo il carnet glamour di questo 59° Taormina Film Fest, c’è stata anche la bellissima Anggun, cantante indonesiana dal fascino esotico e la voce vellutata

E’ venuta a Taormina in veste di rappresentante della FAO, per la cui attività ha ricevuto un premio, consegnatole sul grande palcoscenico del teatro antico, da dove ha anche cantato la sua “Snow on the Sahara”.

Figlia di Darto Singo, un famoso cantante e produttore indonesiano, Anggun cominciò a cantare a soli sette anni seguendo le orme del padre e incise il primo album due anni più tardi. A soli 17 anni era già una delle maggiori star indonesiane, grazie anche al forte appoggio economico paterno.

A 19 anni Anggun decise di lasciare il suo Paese per cercare il successo in Europa. Dopo un periodo di permanenza a Londra, si recò a Parigi, dove incontrò Erick Benzi che, apprezzando il suo talento, le propose di incidere un album. Benzi la convinse ad abbandonare le sue origini rock per sperimentare uno stile più romantico e sensuale.

Il singolo Snow On The Sahara diventò una hit internazionale nel 1997, rendendo Anggun la prima cantante asiatica ad avere successo su scala mondiale. L’album arrivò a vendere oltre un milione di copie solo tra Europa centrale e Indonesia, ed è ancora oggi il maggior successo della storia per un cantante asiatico fuori dal proprio continente. Nel 2000 si esibì di fronte a papa Giovanni Paolo II nel Concerto di Natale cantando Have Yourself A Merry Little Christmas.

Poco prima dell’esibizione al teatro antico, Angela Failla ha incontrato per Blogtaormina Anggun, durante il cocktail party pomeridiano organizzato al Grand Hotel Timeo, che le ha concesso questa breve intervista.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=tkq5t9IYeU0[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti