Al più presto un’ordinanza sulle sigarette elettroniche. In Italia per adesso non saranno vietate nei luoghi pubblici, ma nelle scuole e ai minori di 18 anni


Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha annunciato, a margine di un’audizione alla Camera, che presto le sigarette elettroniche saranno vietate nelle scuole e ai minori di 18 anni. Lorenzin ha parlato di un’ordinanza che segue il parere espresso dal Consiglio superiore di sanità e ha spiegato che in Italia per ora le sigarette elettroniche non saranno vietate nei luoghi pubblici ma appunto solo nelle scuole e ai minori di 18 anni.
Appena pochi giorni fa, in merito al fenomeno della e-cig, il procuratore di Torino Raffaele Guariniello ha aperto un nuovo fascicolo di indagine relativo alla presenza di metalli pesanti in alcuni liquidi, come ha denunciato Il Salvagente.
Sì alle immagini dissuasive sui pacchetti di sigarette – Il ministro Lorenzin si è espressa anche a favore delle immagini “choc” sui pacchetti di sigarette per convincere le persone ad allontanarsi dal fumo, una misura prevista nella proposta di revisione della direttiva Ue sui tabacchi che verrà discussa venerdì in sede europea a Lussemburgo.
Infine, in merito alla proposta di prevedere pacchetti di colore neutro e senza loghi, la Lorenzin ha detto di non avere preclusioni al riguardo “perché questo diventa un problema solo commerciale e non di tutela della salute. Invece – ha detto ancora – abbiamo una posizione più stringente per le immagini e speriamo possano avere un effetto dissuasore rispetto al fumo”.

[Fonte: fanpage]

© Riproduzione Riservata

Commenti