Dal 14 al 23 giugno 2013 Palermo, sarà protagonista del Pride Nazionale, riportando la Sicilia alla sua antica vocazione, quella dell’incontro, della tolleranza e del rispetto


Si apre oggi a Palermo il Pride nazionale, che farà della capitale siciliana per 10 giorni la capitale dei diritti umani. Dibattiti, spettacoli, concerti, incontri, mostre, documentari: un ricchissimo calendario di eventi animerà il “Pride Village” ospitato dall’Amministrazione Comunale all’interno dei rinnovati Cantieri Culturali della Zisa.

Un Pride che sin dalla vigilia si annuncia come unico: quello di Palermo, con quasi 70.000 mq sarà infatti il Pride Village più grande, oltre che più meridionale d’Europa. A pochissimi giorni dall’approvazione del Registro delle unioni civili da parte del Consiglio Comunale, da Palermo viene lanciato un messaggio chiaro all’Italia ed alle istituzioni: i diritti sono una priorità, un punto di partenza irrinunciabile per lo sviluppo di qualsiasi politica nel nostro Paese.

Il programma di Venerdì 14 giugno
Ore 16.00: Sala de Seta, convegno “I diritti LGBT sono diritti umani” con la presidente della Camera, Laura Boldrini, la ministra Josefa Idem, il direttore di Unar Marco de Giorgi, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il Presidente della Regione Rosario Crocetta, la coordinatrice del Palermo pride Titti de Simone e il portavoce del Palermo pride Luigi Carollo.

Ore 19.00, Sala de Seta “La commedia degli errori”, a cura di Canecapovolto
Ore 21.00, Spazio Zero, sfilata di moda “Smoda”
Ore 21.00, Sala de Seta, Re(l)azioni a catena, web series delle Badhole Milk stage, Live Music Tribute night: Infrarock tributo a Vasco Rossi
Ore 22.00, Spazio Zero, Skip Party
ore 22.00, Stonewall Stage: See you downtown feat. Roy Paci; Le formiche; Oprp, Vincenzo Salamone
ore 23.00, Spazio tre navate: Wintercase party

© Riproduzione Riservata

Commenti