Se Google chiama, i migliori giovani sul mercato del lavoro rispondono. È quasi scontato, se si pensa alle opportunità di crescita professionale che il colosso può offrire.
Così, adesso che Big G ha reso nota la sua esigenza di reclutare nuovi stagisti, le caselle mail dell’area human resources dell’azienda di Mountain View saranno intasate di curricula brillanti.
Le posizioni offerte vanno dallo sviluppo di sistemi operativi per la telefonia mobile, al marketing, passando per le vendite di spazi pubblicitari.

Non sarà però solo l’aspetto innovativo delle nuove tecnologie di Google, da applicare a tablet e smartphone, ad attirare l’interesse degli stagisti di tutto il mondo. A stimolare le candidature sono soprattutto i compensi offerti, che possono arrivare a toccare anche i 20 mila dollari, con una paga media di 5.800 dollari al mese.

L’ambiente lavorativo, inoltre, promette molto bene. A breve farà la sua comparsa in tutte le sale cinematografiche una commedia americana (“The Internship”, con protagonisti Owen Wilson e Vincent Vaughn) che racconta in chiave comica la vita di due quarantenni che decidono di fare il loro ingresso a Google con un contratto di stage.

Dopo l’uscita negli Stati Uniti, l’azienda americana ha approfittato della cresta dell’onda per divulgare un filmato con le dichiarazioni di alcuni stagisti, che raccontano la loro prima settimana di stage presso Google, e le esperienze lavorative che li hanno portati a Mountain View, il tutto ricordando come il “paradiso” tecnologico sia aperto a tutti. Chissà, allora, quanti ragazzi italiani desiderosi di avviare nel migliore dei modi la loro carriera professionale saranno presenti tra le nuove reclute.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=WCeNpFlrU64[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti