La crisi economica sembra non risparmiare proprio nessuno, nemmeno un'”istituzione radiofonica” come Radio Maria che, attraverso un proprio annuncio, sta scatenando feroci polemiche sul Web.
Qual’è il motivo di tale accanimento nei confronti della famosa emittente?

Ebbene, il direttore di Radio Maria, padre Fanzaga si è rivolto ai radioascoltatori, soprattutto a tutti coloro che sono particolarmente avanti con l’età, chiedendo “Un lascito testamentario anche piccolo” da donare all’Ente radiofonico:

secondo quanto viene pubblicato dal noto quotidiano “La Repubblica”, l’ecclesiastico ha invitato a compiere quello che lui ha definito “un atto d’amore” nei confronti di Radio Maria che, giorno dopo giorno, contribuisce a mantenere alto il senso di religiosità in tutti i “fedeli” che l’ascoltano.

Ma non basta, perchè padre Fanzaga ha provveduto anche ad inviare una lettera da lui firmata con la quale si invitano gli ascoltatori a riflettere su un questionario allegato. Ecco alcune domande contenute in esso:

Condividi l’idea che Radio Maria ti informi su lasciti e testamenti?
Sai che ai tuoi cari resterà comunque una quota?
Sai che per fare un testamento olografo basta un foglio bianco e una firma di proprio pugno?
Quali motivi ti trattengono ancora dal devolvere parte della tua eredità a Radio Maria?
Pensi che costi o non hai un notaio?
Possiamo inviarti un opuscolo che possa spiegarti come fare?
Vuoi che una persona di Radio Maria ti contatti direttamente?

Lasciamo a ciascun lettore le proprie riflessioni sul “caso”, non esprimendoci oltremisura con pareri personali sulla singolare iniziativa.

© Riproduzione Riservata

Commenti