In una scuola su 5 lo studente non potrà ottenere il massimo bonus maturità per i test d’ingresso universitari anche se si diplomerà con 100. In altri istituti, invece, basterà arrivare alla soglia minima di sbarramento per avere i 10 punti bonus. È quanto emerso da un’analisi di Skuola.net


Continua a tener banco la polemica relativa al bonus maturità, provvedimento rispetto al quale si sono espressi anche i rettori delle università italiane. Secondo quanto emerge da un’analisi effettuata da Skuola.net sui dati relativi alle 6572 scuole per cui è disponibile la tabella di conversione tra il voto all’esame di maturità e il bonus per i test di ingresso alle facoltà a numero chiuso, in una scuola su cinque il maturando non avrà il bonus massimo nemmeno se si diplomerà con 100. Il provvedimento dice che lo studente avrà 10 punti di bonus solo se si diplomerà con un voto superiore a 80 e se il voto corrisponde o supera il 95° percentile. Tuttavia qualora a intervalli percentili diversi corrisponda lo stesso voto di maturità, al candidato viene attribuito il punteggio medio dei rispettivi intervalli percentili. Questo vuol dire che se il voto corrispondente al 90° e al 95° percentile coincidono, il candidato può aspirare al massimo 9 punti (o anche meno se lo stesso voto coincide anche con l’85° e l’80° percentile).

Secondo Skuola.net è quanto si evince dalla spiegazione sul sito Universitaly. Con un copia e incolla, spiega il portale, si possono riportare tutti i dati su un foglio Excel: così si scopre che ben 1.200 delle 6.572 scuole presenti nella lista hanno i voti di 90° e 95° percentile coincidenti. In questi casi gli studenti non avranno il bonus massimo neppure superando la maturità con 100. Skuola.net spiega anche cosa accade nelle scuole restanti: nel 5% dei casi il voto corrispondente al 95° percentile è minore o uguale a 80, dunque qui basta raggiungere la quota sbarramento di 80/100 per avere il massimo bonus maturità. Poi ci sono delle scuole, circa l’1.5% del totale, dove gli studenti dello scorso anno sono stati particolarmente bravi per cui solo chi conseguirà la maturità con 100 e lode potrà avere tutti i 10 punti per l’università.

Impossibilità matematica per una fetta di studenti di poter aspirare al massimo – In un 19% delle scuole il 95° percentile è associato ai 100/100: anche in questi casi i maturandi dovranno arrivare al massimo per poter aspirare ai 10 punti. Infine, nel 37.5% delle scuole – spiega Skuola.net – sarà possibile prendere il massimo bonus maturità con un voto finale compreso tra 90 e 95. Ha commentato questi particolari dati Daniele Grassucci, Responsabile delle Relazioni Esterne del portale: “La pubblicazione delle tabelle di conversione evidenzia l’impossibilità matematica per una consistente fetta di studenti di poter aspirare al massimo punteggio del cosiddetto bonus maturità e non sembra corretto che uno studente che consegue il massimo dei voti alla maturità e il massimo punteggio ai test, possa al massimo aspirare a 99 piuttosto che a 100 per via dei risultati conseguiti dai suoi colleghi l’anno precedente”

[Fonte: Fanpage.it]

© Riproduzione Riservata

Commenti