Il bracconaggio è un fenomeno illegale e riprovevole che condanniamo in modo fermo

Ci rattrista apprendere dal seguente comunicato stampa di questo grave problema nell’hinterland taorminese, e ci auguriamo che venga risolto tempestivamente nel rispetto di tutte le specie viventi.

Il Comitato Amici delle Contrade con sede a Mastrissa, Contrada appartenente al Comune di Castelmola e di Taormina, vuole segnalare che durante il periodo estivo fino all’apertura della stagione venatoria e durante questa, ogni anno nelle campagne di Castelmola e Taormina si verificano spiacevoli episodi di bracconaggio e di avvelenamento di cani, gatti e animali randagi che possono disturbare la selvaggina.

Abbiamo ogni anno fatto segnalazioni su questo problema, ma ancora non abbiamo trovato la formula più opportuna per scoraggiare questi atteggiamenti incivili che mettono in serio pericolo tutta la cittadinanza delle Contrade, in quanto sparare sotto i fari di automobili in corsa ad animali che attraversano la strada non solo è illegale, ma pericolosissimo per chi transita in quel momento, e fenomeni spiacevoli, in alcuni casi, si sono sfiorati.

Pertanto chiediamo alla Ripartizione Faunistica Venatoria di Messina e a tutte le Associazioni Venatorie e Ambientaliste di mobilitarsi concertandosi, se è necessario, con le forze dell’ordine per affrontare seriamente e definitivamente questo problema che sta diventando molto pericoloso per gli abitanti e i turisti che frequentano la zona.

Cordiali saluti
Il Coordinatore del Comitato Antonella Gullotta.

© Riproduzione Riservata

Commenti