E’ salito a 14 il numero delle persone morte ieri a causa di una serie di tornado che si sono abbattuti sull’area metropolitana di Oklahoma City


Sale a 14 morti il bilancio delle vittime del tornado in Oklahoma. Undici i decessi nello stato più tre morti nel confinante Missouri a causa delle inondazioni. Proprio per questo il governatore del Missouri, Jay Nixon, ha chiesto alla popolazione di evitare di recarsi nelle zone alluvionate.

Ancora morte e distruzione in Oklahoma, specialmente nell’area metropolitana di Oklahoma City, già pesantemente devastata da un ‘twister-mostro’ che il 20 maggio, nel sobborgo di Moore, ha ucciso 24 persone, tra cui 9 bambini. Questa volta la tempesta ha colpito in un momento di particolare vulnerabilità, durante l’ora di punta della sera, e ha sorpreso molta gente sulle strade.
Sulla ‘interstate 40’ diverse auto sono state travolte da un tornado e da una pioggia torrenziale con chicchi di grandine grandi come palle da golf, che ha causato una serie di incidenti a catena. Alcune fonti sul posto hanno descritto uno scenario “da zona di guerra. Con grandi camion con rimorchio rovesciati e case ridotte allo scheletro o spazzate via”.
Tra le vittime ritrovate in una delle tante automobili accatastate una sull’altra c’è anche una giovane donna e il suo bambino, hanno reso noto fonti di polizia.
Tempeste hanno inoltre spazzato il Missouri, l’Illinois e l’Arkansas, dove tra giovedì e venerdì dei tornado hanno ucciso almeno tre persone. Nessuno dei tornado di ieri in Oklahoma, almeno cinque, aveva la forza e capacità distruttiva di quello che ha raso al suolo una parte di Moore, classificato come EF-5, il più potente, con venti che sfiorano i 500 kmh. Tuttavia, come hanno precisato i meteorologi, le trombe d’aria di ieri sono state particolarmente insidiose, perché sono arrivate di fatto ‘nascoste in violenti temporali.
[Fonte: Unionesarda.it]

© Riproduzione Riservata

Commenti