La decisione arriva dal presidente rossonero che avrebbe dovuto incontrare il tecnico ad Arcore tra giovedi e venerdi. L’alternativa è che Allegri vada in Sardegna nella villa di Berlusconi. Ma non sarà così. Adesso si aspetta la reazione del tecnico


Nel tentativo di mettere d’accordo i due litiganti, Adriano Galliani dovrà ancora darsi da fare e molto. Massimiliano Allegri vuole andar via dal Milan non senza prima aver discusso una buonuscita o un’altra soluzione economicamente vantaggiosa direttamente con il Presidente. Silvio Berlusconi pretende il cambio tecnico e l’arrivo immediato di Seedorf. Un bel problema. Dopo gli infiniti incontri in via Turati per tranquillizzare un po’ tutti e i comunicati sul sito ufficiale che avrebbero dovuto portare la calma in un ambiente sull’orlo della crisi di nervi, è infatti arrivata la mazzata finale da parte del patron del Milan. “Resterò in Sardegna fino a domenica” ha ufficializzato Silvio Berlusconi che, in precedenza, sembrava aver trovato un accordo col proprio tecnico per dirimere la questione nella villa di Arcore tra giovedì e venerdì.
Incontro caldeggiato dallo stesso Galliani che ora si trova spiazzato su tutti i fronti. Anche perchè è verosimile che Allegri, al momento nella sua Livorno, ne abbia davvero le tasche piene e prenda questo ultimo diniego presidenziale come il definitivo affronto inaccettabile. A dover sottostare alle voglie di Berlusconi, infatti, non c’è solo l’ad rossonero e l’attuale tecnico del Milan ma anche la Roma che vuole Allegri e che è pronta ad ingaggiarlo. Ma non più disposta ad attendere ancora molto, avendo già dato un ultimatum per questo fine settimana.
Adesso, con la presa di posizione di Berlusconi, da qui a poche ore ci saranno novità importanti che indicheranno gli scenari futuri. Imprevedibili.

[Fonte: Fanpage.it]

© Riproduzione Riservata

Commenti