Sarà presentato il 29 maggio a Firenze il nuovo libro di poesia di Francesco Capaldo: momenti, occasioni, visioni, incontri che fanno rinascere l’amore per la vita

la copertina di “Voce Nova”

L’Associazione culturale la “Parentesi della scrittura”, che mira a tutelare il libro e a promuovere la lettura, presso la Libreria Punto Einaudi – Sardonero Bistrot, in via Guelfa 22a/R Firenze, mercoledì 29 maggio 2013 alle ore 18 presenta il libro di poesia di Francesco Capaldo “Voce Nova” (Fratini editore, collana Versi e Retroversi”. Interverranno Federica di Nardo ed il professore Luigi Fontanella (direttore della rivista “Gradiva”).

Ha scritto a tale proposito di “Voce Nova” Federica di Nardo: «L’opera di Francesco Capaldo è divisa in tre sezioni che formano una trilogia. Nella prima parte, “Albàsia”, si snoda la memoria dei viaggi dell’autore che ha lasciato la sua terra. Si snodano così ricordi di luoghi e forse anche ombre di persi amori ([…] ripenso a quella bellezza un po’ contadina nel dirmi addio […]). Segue un viaggio, anzi un naufragio senza tempo che lo porterà in un ultimo volo alla luce (parola chiave dell’intera opera poetica) ed alla scoperta della gioia arcana di vivere e infine alla riconciliazione con la vita.

Il paesaggio che fa da sfondo alla raccolta “Tra cielo e terra”, è quello della città di Firenze. Non campeggia più il mare nella poesia di Capaldo, ma la campagna aprìca e l’umida riva di un “fiume che lento corre alla sua pace”. Nei versi non si percepisce più la giovinezza ebbra di sole e di salsedine, ma una maturità pervasa di nostalgia.

Le liriche registrano, quasi fossero la trascrizione diretta della coscienza del poeta, momenti, occasioni, visioni, incontri casuali che faranno rinascere in lui l’amore per la vita.

Bionde e giovani fanciulle lo condurranno verso quel fremito assolato e senza tempo in cui il domani può ritornare a essere quello della giovinezza ([…] un orizzonte di sconosciuti mondi e un eterno mattino di traboccanti e tremule risa […]) e gli riveleranno che la “speranza ha ancor fior nel verde”.

© Riproduzione Riservata

Commenti