Il tecnico nerazzurro ha già in mente la formazione: Cambiasso in difesa, Kovacic o Guarin dietro le punte

Walter Mazzarri

In questi giorni sta nascendo l’Inter di Mazzarri, almeno nei pensieri del nuovo allenatore che, ancora prima di pensare agli acquisti, deve valutare i giocatori già sotto contratto. Ad oggi la rosa della prima squadra sfiora i 30 elementi, troppi per una stagione da affrontare senza coppe europee. Bisogna ‘tagliare’ una decina di giocatori, ma quali? Per scegliere Mazzarri non si baserà soltanto su questo campionato, troppo brutto per essere vero.

Basti pensare all’esempio della Juve con Barzagli, Bonucci e Chiellini trasformati nel giro di pochi mesi da ‘banda del buco’ con DelNeri a miglior difesa sotto la gestione Conte e il centrocampo rinforzato da Pirlo e Vidal.

I punti fermi del progetto per rendimento, età e potenziale sono Handanovic, Juan Jesus, Palacio, Kovacic e Guarin: questi ultime due si contenderanno il ruolo di trequartista ‘alla Hamsik’ con licenza di offendere in zona gol. Tra i senatori Mazzarri stima molto Cambiasso, che però fatica a tenere ritmi alti a centrocampo e per questo motivo può essere arretrato a centrale della difesa a tre come già successo in passato.

© Riproduzione Riservata

Commenti