Il 2 giugno in Vaticano scatta l’ora X e in tutte le chiese del mondo si prega in contemporanea. Iniziativa storica

Papa Francesco

L’ora X scatterà il 2 giugno alle 17, ora italiana. In quel preciso momento in tutte le chiese del mondo, dall’Australia all’Africa, dalla Papuasia all’America, indipendentemente dal fuso orario dei vari Paesi, milioni e milioni di cattolici si raccoglieranno in preghiera. Un’ora di solenne adorazione eucaristica in contemporanea mondiale. Se la Chiesa è una realtà globale, allora questa iniziativa voluta per celebrare l’Anno della Fede, parla davvero di una rete planetaria capace di coprire ogni angolo della terra.

Una iniziativa del genere non era mai stata sperimentata prima per i problemi logistici e organizzativi ad essa connessi, ma monsignor Rino Fisichella, prefetto del pontificio Consiglio per la nuova evangelizzazione, non si è fatto spaventare e ha contattato una per una tutte le diocesi del mondo, circa quattromila, coinvolgendo le conferenze episcopali nazionali e da lì, come una cascata, sono stati invitati i vescovi e successivamente i parroci. Il risultato è che l’adesione è stata massiccia, spontanea ed entusiasta.

Così il 2 giugno, mentre nella basilica di San Pietro Papa Francesco aprirà la preghiera globale, contemporaneamente dall’altro capo della terra, magari a notte fonda, per un’ora intera avverrà la medesima cosa. Potenza della fede. Domani in Vaticano verrà presentata nei dettagli questa iniziativa storica.

© Riproduzione Riservata

Commenti