Francesca Gullotta ha presentato la sua candidatura a sindaco, sostenuta da Patto Democratico e Il megafono

Francesca Gullotta

Presentata ufficialmente la candidatura di Francesca Gullotta, alla quale fanno riferimento le liste “Patto Democratico” e “Il megafono”.

La candidata ha incontrato i suoi sostenitori in un noto locale di piazza IX Aprile e nell’occasione ha spiegato i motivi e gli auspici della sua discesa in campo. Al suo fianco gli assessori designati Giuseppe Sterrantino e Cettina Rizzo, ma anche Christian Coslovi ed il prof. Vincenzo Morici. Presente, tra gli altri, in sala anche il prof. Paolo Calabrese.

“L’obiettivo della nostra coalizione – ha spiegato la Gullotta – è quello di rappresentare un progetto di governo della città, alternativo e discontinuo, capace di guardare al futuro con speranza e positività, confidando su risorse umane e professionali in grado di impegnarsi fattivamente. Ci proponiamo alla città per una politica di servizio e di condivisione democratica. Vogliamo rendere i cittadini protagonisti con le loro idee e il loro impegno, nel processo di cambiamento politico a tutela di uno sviluppo economico e sociale della città di Taormina e del comprensorio, valorizzando le risorse del territorio, cultura e turismo. Comunque vada metteremo il nostro entusiasmo e le nostre idee al servizio della città. Certamente per me, candidata donna, è ancora più una sfida e la affronto con la voglia e la determinazione di chi vuole dare alla propria città un contributo fattivo e concreto per uscire da un momento difficile”.

“Taormina, la nostra città, – ha aggiunto la Gullotta – è ricca di storia, di cultura, di paesaggi, in una parola, di bellezza. Ma tutto questo, oggi, non basta più. Pur conservando le radici della sua storica identità, auspichiamo una svolta radicale nella vita della comunità cittadina che, superando una fase stagnante, ponga le basi per condizioni di sviluppo e di crescita. Punteremo sui progetti europei per ottenere i necessari finanziamenti, vogliamo anche mettere ordine dei conti del Comune e attuare iniziative come la riqualificazione dei sentieri e gli spazi naturalistici di cui dispone Taormina”.

© Riproduzione Riservata

Commenti