Il video che mostra il Papa con le mani sulla testa di un ragazzo disabile sta scatenando un polverone. Intanto la Santa Sede smentisce tutto: “era solo una preghiera”

Papa Francesco

Papa Francesco ha fatto un esorcismo a un ragazzo in carrozzina? La notizia, riportata dalla tv dei vescovi Tv2000, ha fatto il giro di tutti i giornali e siti web, prima di essere smentita dal Vaticano (“Era solo una preghiera”) e dalla stessa Tv2000, che comunque dedicherà una puntata del suo programma Vade Retro “alla battaglia di Francesco contro il diavolo e le sue seduzioni”.

Perché il Papa la questione Satana la prende molto sul serio, lo cita in continuazione, lo chiama “il nemico”, il “principe di questo mondo”. Ma da qui a mettersi a praticare un esorcismo improvvisato tra un saluto ai fedeli e una carezza ai bambini ce ne passa. Ma allora da dove nasce l’equivoco?

Questi i fatti, secondo la prima ricostruzione proprio di Tv2000: “La Santa Messa di Pentecoste è finita da poco. Francesco si avvia verso i malati che hanno partecipato alla celebrazione. Si avvicina a un ragazzo. Il sacerdote dei Legionari di Cristo che lo accompagna lo presenta al Papa. L’espressione di Francesco cambia improvvisamente: appare pensoso e concentrato e stende le mani sul giovane pregando intensamente. Gli esorcisti che hanno visto le immagini non hanno dubbi: si è trattato di una preghiera di liberazione dal Maligno o di un vero e proprio esorcismo”.

Le immagini, in effetti, mostrano un Papa Francesco molto serio, mentre posa le mani sulla testa del ragazzo e si concentra in preghiera. Mentre il giovane rilascia un lungo respiro convulso. Ma quindi: esorcismo o semplice preghiera? La verità, come spesso accade, potrebbe stare nel mezzo, e quella di Papa Francesco essere sì una preghiera, ma di liberazione. Quindi direttamente rivolta al Maligno. Anche perché per portare a compimento un esorcismo ci vuole molto più tempo, a volte anche anni.

Il Vaticano, intanto, ha smentito che papa Francesco abbia praticato un esorcismo durante la messa di Pentecoste, come aveva riportato l’emittente televisiva dei vescovi italiani, Tv2000.

Le immagini, come detto, mostravano infatti il Pontefice che si avvicinava a un malato e, dopo aver scambiato alcune parole con il sacerdote che lo accompagnava, concentrarsi, imporre le mani sul malato per poi posarle sul capo, a quanto sembrava con una certa forza: gesto che era stato interpretato come un atto di esorcismo.

In un breve comunicato, la Santa Sede ha sottolineato come il Pontefice abbia “semplicemente voluto pregare per una persona sofferente che gli era stata presentata”.

E nel frattempo arrivano anche le scuse di Dino Boffo, direttore di TV2000: “Ammetto che questo episodio ha creato in me un certo disagio e rammarico, per aver involontariamente determinato la diffusione di una notizia vera ma vera solo in parte e in parte non vera”.

© Riproduzione Riservata

Commenti