Berlusconi ormai deciso a cacciare il tecnico rossonero: Clarence Seedorf è il grande favorito per la successione

Clarence Seedorf

Ultime ore da tecnico del Milan per Massimiliano Allegri. Nonostante la difesa di Galliani l’allenatore livornese è stato scaricato da Berlusconi. L’incontro di domani servirà per rendere ufficiale il divorzio, Allegri andrà via con ancora un anno di contratto, lo aspetta la Roma con cui ha già l’accordo fino al 2016.

Nel futuro del Milan ci sarà un milanista, secondo la volontà di Berlusconi, e Clarence Seedorf, nonostante nessuna esperienza da allenatore, è il candidato numero uno, più di Inzaghi e Gattuso. Non hanno trovato riscontri invece – riporta Gianluca Di Marzio sul suo sito – le voci serali, da Roberto Mancini a Devis Mangia, attuale allenatore dell’Under 21, sponsorizzato da Sacchi.

“Non andiamo avanti con questo giochino che diventa stucchevole. C’e’ una smentita del presidente, quindi non ho nient’altro da dire”. Con queste parole l’amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, ha replicato alle domande inerenti alla presunta lettera nella quale il presidente Berlusconi annunciava una rivoluzione tecnica e il conseguente esonero di Allegri. “Questa sera parliamo di un solo allenatore, Nereo Rocco, che ci diede la prima vittoria in Coppa dei Campioni nel 1963 – ha spiegato Galliani a margine delle celebrazioni per il trionfo di 50 anni fa -. E’ bello essere la squadra piu’ titolata al mondo, anche perche’ abbiamo cominciato a vincere proprio allora. Se stasera viene Allegri? Certo ci mancherebbe altro, ma ribadisco questa sera il nostro allenatore e’ Nereo Rocco”. Alla domanda su chi sara’ quello di domani, Galliani ha sorriso, ma non ha risposto.

© Riproduzione Riservata

Commenti