Dopo 150 anni la “qwerty” andrà in pensione. La nuova tastiera su smartphone farà scrivere 37 parole al minuto

tastiera di uno smartphone

Sarà capitato anche a voi di lamentarvi per la posizione delle lettere sulla tastiera del vostro computer. O addirittura di rimpiangere le sempre meno usate carta e penna, magari meno belle da vedere, ma spesso più efficaci. Abbiate pazienza. Per tutti voi c’è una buona notizia in arrivo dalla Scozia.

I ricercatori dell’University of St. Andrews, quella, per intenderci, dove ha studiato anche il principe William di Inghilterra, hanno messo a punto una nuova tastiera in grado di far scrivere il 34 per cento più veloce. Per ora l’innovazione dovrebbe essere applicata a tablet e smartphone. I rumors degli appassionati di tecnologia affermano che la rivoluzionaria tastiera sarebbe già pronta ad essere messa in commercio come applicazione per Android.

Ma cosa cambierà con il nuovo prodotto made in Scozia? Fondamentalmente la disposizione dei tasti. Dal tradizionale “QWERTY” delle tastiere attuali, che si riferisce alla sequenza dei primi caratteri in alto a sinistra, si passerà al “KALQ”, messo a punto dai ricercatori, che saranno, invece, gli ultimi caratteri in basso a destra. L’apparentemente innocuo spostamento, avrà grande conseguenze. La nuova tastiera, infatti, permetterà di non usare lo stesso pollice per digitare due caratteri di seguito. La velocità di digitazione dovrebbe aumentare vertiginosamente. Anche se per noi italiani ci sarà qualche difficoltà in più di adattamento rispetto agli inglesi. E’ stato calcolato, comunque, che, dopo un periodo di training di 10 ore, si passa da 20 a 37 parole al minuto.

© Riproduzione Riservata

Commenti