Grazie a una diversa gestione del sistema immunitario, che ne rallenta il declino, le donne oggi vivrebbero più a lungo degli uomini. La nuova scoperta degli scienziati

l’elisir delle donne

E’ un dato di fatto, e molti se lo sono chiesti nel tempo: perché le donne, in media, vivono più a lungo degli uomini?

Questa stessa domanda se la sono posta i ricercatori giapponesi del Tokyo Medical & Dental University Open Laboratory, a cui hanno poi tentato di darvi risposta.

Lo studio, pubblicato sulla versione online della rivista Immunity & Ageing, di BioMed Central, è stato condotto su un gruppo di ambosessi sani di età compresa tra i 20 e i 90 anni, cui sono stati prelevati e poi analizzati dei campioni di sangue.
Il primo dato che si è evidenziato era la diminuzione del numero totale di globuli bianchi, in entrambi i sessi, con l’avanzare dell’età.

Altro riscontro è stato il diminuire, sempre con l’avanzare dell’età, del numero dei neutrofili (o leucociti) in entrambi i sessi, ma il numero dei linfociti si è invece scoperto diminuire negli uomini e aumentare nelle donne a parità di anni d’età.

Un’analisi più approfondita e dettagliata ha permesso ai ricercatori di osservare come il tasso di declino delle cellule T e delle cellule B era più lento per le donne rispetto agli uomini.

Nello specifico, entrambe le cellule T CD4 + e le cellule NK sono aumentate con l’età, e il tasso di incremento è stato maggiore nelle donne in confronto agli uomini. Non solo: un declino di interleuchina IL-6 e IL-10 relativo all’età era peggiore negli uomini. Altro meccanismo riscontrato era una diminuzione età-dipendente nei globuli rossi per gli uomini, ma non nelle donne.

Questa differenza nella maturazione del sistema immunitario tra uomini e donne, secondo i ricercatori, è uno dei tanti processi che si alterano quando invecchiamo.
«Il processo di invecchiamento è diverso per uomini e donne, per molte ragioni – ha spiegato il prof Katsuiku Hirokawa, principale autore dello studio – Le donne hanno più estrogeni degli uomini che sembrano proteggerle dalle malattie cardiovascolari fino alla menopausa. Gli ormoni sessuali influenzano anche il sistema immunitario, in particolare alcuni tipi di linfociti».

«Poiché le persone invecchiano in percentuali diverse, i parametri immunologici di una persona potrebbero essere utilizzati per fornire un’indicazione della loro vera età biologica», conclude Hirokawa. Ecco quindi svelato, almeno in parte, il perché le donne vivono in media più a lungo degli uomini.

© Riproduzione Riservata

Commenti