Secondo uno studio i bambini che imparano presto a cucinare adottano poi in futuro migliori stili di vita

bambini in cucina

La gastro-mania, odierna passione per la cucina che coinvolge anche i bambini, potrebbe fa bene alla salute dei più piccoli: infatti, un’indagine condotta dalla Children’s Food Trust britannica insieme a pizza Express e riportata dal Telegraph, mostra che i bambini che imparano presto a cucinare adottano migliori stili di vita.

Oggi, tra gare di cucina di tutti i tipi che impazzano in tv, sono sempre di più i bambini che si cimentano come piccoli cuochi e chef.

Gli esperti hanno esaminato a che età mediamente i bambini imparano a cucinare in vari paesi d’Europa e visto che prima si impara a preparare i pasti, migliori sono gli stili di vita del bambino (almeno a tavola) negli anni a venire: il 50% dei bimbi che a 8 anni già sapevano preparare i piatti adotta stili di vita salutari.

Dall’indagine, però, è anche emerso che moltissimi bambini sono “a digiuno” di informazioni di base sugli ingredienti della buona tavola. Per esempio non sono capaci di distinguere il cetriolo dalle zucchine o gli spinaci dalla lattuga.

© Riproduzione Riservata

Commenti