Secondo il noto publisher di videogiochi, la decisione è basata sul feedback giocatori. In molti si sono opposti

Online Pass

Electronic Arts ha fatto sapere di essere intenzionata ad arrestare il programma Online Pass. Nessuno dei futuri titoli EA sarà dotato di questo sistema, volto a limitare il mercato dell’usato su console.

Battlefield 3 e Madden NFL sono alcuni dei giochi che attualmente usano l’Online Pass. È necessario per accedere ad alcune funzionalità online, principalmente al gioco multiplayer. In ogni confezione del gioco si trova il codice dell’Online Pass che va inserito la prima volta che si tenta di accedere al multiplayer. Una volta usato, il codice risulta inutilizzabile, impedendo dunque di vendere quella copia del gioco con tutte le funzionalità originali.

Naturalmente, il publisher vende un secondo Online Pass all’occorrenza. Ma questo metodo è stato da sempre giudicato controverso dai giocatori, che si sono opposti a gran voce fin dal momento in cui è stato introdotto.

I produttori di videogiochi, e alcuni rivenditori, si sono detti preoccupati del fatto che molti consumatori si rivolgono sempre più spesso al mercato dell’usato, piuttosto che comprare giochi nuovi. Il fenomeno ha creato alcuni disequilibri, con catene come GameStop che sono riuscite ad approfittarne massicciamente.

EA promette di impegnarsi per trovare nuove soluzioni che possano migliorare l’esperienza di gioco multiplayer dei propri utenti, con l’obiettivo di offrire in futuro servizi più funzionali. EA non è l’unico produttore che fa uso dell’Online Pass, visto che anche Activision e Ubisoft hanno adottato metodi similari.

© Riproduzione Riservata

Commenti