Depositata la Memoria Boccassini. Il Cav versa 2.500 mensili a 42 donne. La figlia Marina: “processo farsa”

Ilda Boccassini

 

Una Memoria di 720 pagine per condensare le sei ore di requisitoria del pm Ilda Boccassini al processo Ruby. Un fascicolo corposo, depositato il 14 maggio al tribunale presieduto dal giudice Giulia Turri, che tratteggia un sistema difensivo basato su testimoni a stipendio fisso. La stessa Boccassini aveva descritto come «sistema prostitutivo» quello che faceva affluire ad Arcore decine di ragazze, «pagate per compiacere l’imputato». Anche in un’aula di tribunale.

Il risultato è che si tratta di vere e proprie testimoni a libro-paga, ha scritto il 15 maggio Il Fatto Quotidiano, che hanno una conseguenza ben precisa sul processo Ruby. E cioè ottenere in udienza un «approccio fideistico» da parte delle ragazze chiamate a raccontare (sotto giuramento) le serate di Arcore.
L’ex premier infatti paga 2.500 euro al mese a 42 ragazze, ad alcune aggiunge anche soldi per l’affitto e le bollette, ad altre un bel contratto Mediaset e, per le più fortunate, ricchi bonifici per comprare casa.

Si va da Marystelle Polanco, l’ex showgirl che ha confessato di travestirsi proprio da Boccassini durante le serate di burlesque, che ha avuto 10 mila euro in contanti e una casa a Milano 2, a Imma De Vivo, ex Isola dei Famosi, che riceve 2.500 euro al mese e una casa in via Olgettina, passando per altre ‘ex’ programmi (Meteorine, Grande Fratello o Pupa e il Secchione) con bonifici mensili come Alessandra Sorcinelli, Francesca Cipriani o Miriam Loddo. Senza dimenticare i cantastorie di Arcore: il cantautore Mariano Apicella e il pianista Danilo Mariani, anch’essi testimoni della difesa. Ai due Berlusconi ha comprato case che non riuscivano a vendere.

Un sistema di difesa ‘costoso’. Boccassini ha rivelato infatti che il ragionier Giuseppe Spinelli, incaricato delle spese personali del Cav, nel solo 2010 ha prelevato in contanti dal conto di Berlusconi 12 milioni. Una bella fetta (4,5 milioni) è andata a Ruby, che deve essere sentita venerdì 17 maggio, nel processo gemello con imputati Lelel Mora, Nicole Minetti ed Emilio Fede.

© Riproduzione Riservata

Commenti