Dopo l’annuncio del drastico intervento subito dalla compagna, Brad plaude al suo coraggio: “scelta eroica”

Angelina Jolie e Brad Pitt

Una scelta scioccante, che fa discutere medici ed esperti: asportare preventivamente i seni contro il cancro. A rivelare di essersi sottoposta a una duplice mastectomia per ridurre il rischio di cancro derivante da una predisposizione genetica e’ stata la star di Hollywood Angelina Jolie che, al New York Times, ha spiegato di aver scelto una terapia d’urto dopo la rilevazione nel suo Dna di un gene, il BRCA1, che innalza dell’86% il rischio di cancro al seno e del 50% quello di cancro mammariogene. “I medici ritenevano che avessi l’87% di probabilita’ di sviluppare un cancro al seno”, ha raccontato. “Ho scelto di essere proattiva e di minimizzare al massimo i rischi. E ho deciso di ricorrere a una duplice mastectomia”.

In una sorta di editoriale dal titolo ‘My Medical Choice’, la mia scelta per la salute, il volto piu’ amato e pagato di Hollywood, la cui amatissima madre mori’ per un tumore a soli 56 anni, ha spiegato di aver voluto raccontare la sua esperienza per incoraggiare le donne che sono nella sua identica condizione a cercare informazioni dai medici e compiere scelte informate. E ha aggiunto di esser riuscita a tenere nascosta la notizia pur continuando a lavorare. “Ho cominciato con il seno, perche’ il mio rischio di cancro e’ superiore a quello ovarico e l’intervento chirurgico e’ piu’ complesso”. L’attrice ha aggiunto di aver concluso il 27 aprile scorso tutta le procedure sanitarie necessarie alla mastectomia; e ora il rischio di cancro al seno e’ sceso all 5%. “Posso dire ai miei figli che non devono temere che mi perderanno per un cancro al seno”. La Jolie ha aggiunto che Brad Pitt, il suo compagno da tempo – padre dei suoi tre figli biologici e dei tre adottati – le e’ stato sempre accanto ed enorme fonte di sostegno: “Siamo riusciti a trovare anche dei momenti per ridere insieme”. E ora, dopo il calvario, le rimangono solo piccole cicatrici sulla pelle, ma nulla di cui i suoi bambini debbano spaventarsi. “Per me la sua e’ stata una scelta eroica”, ha commentato Pitt al “London Evening Standard”. “Tutto quello che desidero ora e’ avere una una vita lunga e sana con mia moglie e i nostri figli”.

L’asportazione preventiva di seno e ovaie per evitare il cancro, scelta da Angelina Jolie e da lei stessa annunciata oggi con grande clamore mediatico, non e’ l’unica via: ha commentato il celebre oncologo Umberto Veronesi, si puo’ anche fare prevenzione con controlli periodici che ugualmente riducono il rischio. L’alternativa alla scelta di Angelina Jolie “e’ la risonanza magnetica ogni anno, e l’ecografia ogni sei mesi. In questo modo potremo scoprire un tumore minimo, di mezzo centimetro, che puo’ essere curato con una piccola asportazione di tessuto”. “Scelta individuale rispettabilissima, ma e’ profondamente sbagliato farne un modello per tutte le pazienti” ha commentato Stefano Cascinu, presidente dell’associazione di oncologi Aiom. “L’alternativa e’ sottoporsi a controlli periodici, con risonanza magnetica ogni sei mesi-un anno”. E anche per il dottor Egidio Riggio, specialista in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica e microchirurgia presso l’Istituto Nazionale Tumori di Milano, “Per le donne a rischio ereditario, la chirurgia preventiva non deve rappresentare una scelta obbligata ma va serenamente ponderata rispetto alla decisione di eseguire per tutta la durata della vita, uno stretto monitoraggio strumentale degli organi a rischio”.

La Jolie, unica nella sua scelta estrema e mediatica, non e’ pero’ la sola a portare avanti la sua battaglia contro il tumore: Anastacia, la cantante pop americana, e’ di nuovo vittima del cancro al seno, dopo esserne guarita nel 2003, dopo una delicata operazione chirurgica durata 7 ore. Tra le altre anche la cantautrice country Sheryl Crow che, nel 2006, aveva annunciato di combattere la sua battaglia contro il cancro al seno, preso fortunatamente allo stato iniziale. “La mia vita e’ radicalmente cambiata – scrisse la cantante sul sito Internet – ora sono piu’ consapevole di quanto sia preziosa la vita”.

Jacelyn Smith, la 67enne attrice americana famosa per il suo ruolo nelle Charlie’s Angel, ha subito un intervento chirurgico al seno per rimuovere una massa tumorale e da allora e’ diventata un’attiva sostenitrice del gruppo “Susan G. Komen per la Cura e Prevenzione del Tumore al Seno”.

© Riproduzione Riservata

Commenti