Letta prende le distanze da se stesso: “non è il mio esecutivo ideale. Sento l’eccezionalità del momento”

Enrico Letta

Enrico Letta prende le distanze da sè stesso, il presidente del Consiglio parla all’assemblea del Pd e usa l’ironia per descrivere la situazione in cui si trova: “E’ con profonda emozione sono qui oggi a fare un intervento che non avrei mai immaginato di fare in questa veste. Sono qui a dire quanto senta sulla spalle l’eccezionalità del momento. Questo è un governo che non è il mio governo ideale, non è il governo per il quale ho lottato. Posso aggiungere: non è nemmeno il mio presidente del Consiglio ideale”.

“Ma – ha aggiunto – quello che è successo lo conosciamo tutti. Abbiamo avuto la fortuna di trovare un punto di riferimento insostituibile nel presidente della Repubblica, che voglio salutare e ringraziare. Un’eccezionalità rispetto ai governi scelti dagli elettori. Un governo che veramente è di servizio al paese, non ci sono altre definizioni, per il quale il nostro partito ha fatto una scelta: l’Italia viene prima”.

© Riproduzione Riservata

Commenti