A dodici anni dall’aneurisma cerebrale l’attrice 55enne si confessa: “credevo fosse la fine, invece sono ancora qui”

Sharon Stone

Sono passati dodici anni, ma il ricordo di quell’esperienza drammatica è ancora vivo in Sharon Stone. Quando un aneurisma shock la ridusse in fin di vita. A “Oggi” la sensualissima star di “Basic Instinct” confessa: “Mi sento fantastica perché ho avuto l’opportunità di morire e ritornare in vita. Mi sento grande perché sono più matura e viva. E mi sento grande perché ho l’opportunità di aggiungere saggezza alle parti che interpreto”.

L’attrice 55enne è sicura di essere stata graziata: “Negli ultimi anni sono stata alquanto presa a far crescere tre figli e a ritornare dall’aldilà dopo aver avuto una emorragia celebrale. Mi ritengo graziata. Sono una donna fortunata che ha avuto una seconda chance di vita e questa volta mi sento in dovere di accettare parti diverse e impegnate, ma anche divertenti perché tutto deve essere divertimento”.

Poi Sharon torna al 1992, l’anno del film che la rese celebre in tutto il mondo con quell’accavallamento di gambe: “Avevo 34 anni e fino allora mi avevano sempre dato ruoli da nerd, da secchiona. Spesso al mio manager dicevano che non potevano darmi la parte perché non ero sexy. Così ho dovuto imparare a essere sensuale e dopo ‘Basic Instinct’ non ho fatto altro che ruoli così… Il lato positivo dell’essere anziana è che finalmente mi danno altre parti, anche se spesso capita ancora che mi chiedano di spogliarmi. Io mi domando: ‘Ho 55 anni, quando la finiscono?’…”.

© Riproduzione Riservata

Commenti