Parte del carrello incastrata tra 2 palazzi a Manhattan, a tre isolati da Ground Zero, lo ha confermato la polizia

il luogo del ritrovamento

Un pezzo del carrello d’atterraggio di uno degli aerei che si schiantarono contro le Torri Gemelle al World Trade Center è stata ritrovato vicino al luogo dell’attacco dell’11 settembre. Lo ha annunciato la polizia di New York.

“Una parte del carrello d’atterraggio, che sembra provenire da uno degli aerei di linea distrutti l’11 settembre 2001, è stata scoperta incastrata” tra due edifici, a Manhattan, ha dichiarato il portavoce della polizia newyorchese Paul Browne.

La polizia ha stabilito un perimetro di sicurezza intorno alla zona, come farebbe in occasione di una scena del crimine, scattando foto e limitando l’accesso. Browne ha aggiunto che sul pezzo è “chiaramente visibile un numero identificativo della Boeing”. Il portavoce non ha precisato le dimensioni, ma la Nbc parla di un pezzo di circa un metro e mezzo.

Il carrello è stato scoperto dopo un’ispezione del retro di uno degli edifici richiesta dal proprietario. Gli ispettori hanno chiamato la polizia mercoledì, dopo aver notato quello che credevano essere un macchinario danneggiato. A quasi dodici anni dall’attentato alla Torri Gemelle avvenuto l’11 settembre 2001, il reperto è stato rinvenuto incastrato nel retro di un palazzo tra 51 Park Place e 50 Murray Street, nella parte sud di Manhattan, durante un’ispezione del sito sul quale sorgerà un centro culturale islamico.

Il carrello si trova a soli tre isolati dal luogo dell’attentato messo in atto da al Qaida e nel quale persero la vita 2.749 persone esclusi i terroristi. La decisione di edificare un centro culturale islamico – per il costo di 100 milioni di dollari – aveva creato molte proteste visto che alcuni cittadini avevano definito irrispettoso costruire un’istituzione musulmana così vicino a Ground Zero.

© Riproduzione Riservata

Commenti