Il corpo senza vita della 13enne scomparsa domenica ritrovato vicino Anterselva: è precipitata in un burrone

Laura Winkler

E’ precipitata in un burrone, mentre si stava arrampicando su alcune rocce poco lontano dalla casa del nonno Laura Winkler, la ragazzina di 13 anni scomparsa da domenica e trovata morta martedì sera.

La ragazza era scomparsa domenica pomeriggio in Alto Adige e il corpo, si apprende da fonti investigative, era in una zona di montagna poco distante da dove si erano perse le tracce, cioè Anterselva.

Laura era sparita nel nulla durante una visita con i genitori dal nonno. 150 uomini hanno passato a setaccio l’intera valle. Tracce hanno portato le unità cinofile verso la strada statale, all’altezza dell’albergo Bagni di Salomone. Le ricerche sono state estese su tutto il territorio nazionale.

Laura Winkler era una studentessa di terza media, figlia di un imprenditore della Val Pusteria. Vivevano a Brunico.

Laura, domenica, con i genitori ha fatto, come quasi ogni fine settimana, visita al nonno materno ad Anterselva di Sotto. Dopo pranzo Laura ha fatto una passeggiata verso il paese, per poi rientrare nella casa del nonno verso le 15.

Un’ora dopo, quando i genitori hanno deciso di tornare a casa, Laura era scomparsa. Hanno chiesto informazioni ai vicini e controllato i dintorni del maso, ma della ragazzina non c’era traccia. A quel punto hanno chiamato i carabinieri.

© Riproduzione Riservata

Commenti