Nei comuni è scattata l’emergenza cenere: la pioggia di pietre ha causato stavolta molti danni. Incolonnamenti in autostrada e mezzi pericolosamente colpiti da lapilli

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=CDOUtKd9X3Y[/youtube]

E’ iniziata in modo quasi improvviso l’ultima violentissima eruzione dell’Etna: dal Nuovo Cratere di Sud/Est si stanno alzando altissime fontane di lava di oltre 800 metri. Ingenti quantità di cenere e lapilli vengono eruttati in queste ore dal vulcano nell’atmosfera.

La nube di cenere è spinta dai venti di libeccio verso lo Stretto di Messina e Reggio Calabria, dove sta iniziando a piovere cenere. Nel versante orientale del vulcano sono segnalate “grandinate” con sassi vulcanici che cadono dal cielo.

E’ la 12^ eruzione di questo 2013. Forti tremori e boati stanno interessando le zone pedemontane con una massiccia caduta di cenere vulcanica. Le segnalazioni principali sono arrivate da Zafferana, Giarre, Sant’Alfio e Torre Archirafi.

© Riproduzione Riservata

Commenti