Mentre i partiti hanno trovato un accordo su Franco Marini, altro esponente della “politica” per tutte le stagioni

Beppe Grillo

I partiti si sono accordati su Franco Marini, lui invece ha proposto un nome fuori dagli schemi. A prescindere dal risultato finale della contesa, a detta di molti il vero vincitore della corsa al Quirinale è Beppe Grillo, che ha proposto Stefano Rodotà, una figura che evidentemente è stato ritenuto “non gradito” dalla casta. Un candidato troppo poco funzionale alle logiche di chi ha ancora bisogno che vengano tutelati gli equilibri sacri dei partiti.

L’Amaca di Michele Serra su Repubblica di oggi comincia così:

Si dice, da anni, che la sinistra italiana non è più in grado di captare gli umori del paese. Ora sappiamo che non è più in grado di captare neanche gli umori della sua gente: quella che alla sinistra vuole bene, che dentro la sinistra vive, che nella sinistra ancora spera. Eventuali primarie tra Marini e Rodotà vedrebbero il secondo trionfare con un margine così schiacciante da far sembrare perfino stravagante la candidatura del primo. Non che Marini non sia una persona degna, o un incapace. Nessuno lo sostiene. Ma tutti intendono che il cambiamento tanto invocato dallo stesso Bersani non passa da Berlusconi, no che non ci passa: e invece è proprio dal parlottio con Berlusconi e i suoi che il nome di Marini è sortito. Tutti intendono che Rodotà incarna la politica alta e la sinistra degna.

E si conclude in questo modo: Tutti colgono il vero e proprio colpo di fortuna toccato alla sinistra con l’esito delle “quirinarie” grilline, con la rinuncia di Gabanelli e Strada e il nome di Rodotà che chiede solamente di essere riconosciuto. Tutti, infine, ora intendono che Grillo ha avuto ragione a sfidare il Pd su Rodotà al Colle, già sapendo che quel partito non avrebbe avuto l’estro, la libertà, la forza di accettare. Ieri Grillo ha stravinto. Il Pd ha straperso. E molte persone, chi con il magone, chi schiumando rabbia, si sono chieste come è possibile farsi talmente male.

© Riproduzione Riservata

Commenti