Raiola fa un annuncio a sorpresa: “Zlatan? Ha già firmato con la Juve”. Provocazione oppure realtà?

Zlatan Ibrahimovic

“Zlatan? Ha già firmato per la Juve”. Mino Raiola ironizza con queste parole sulle voci che parlano di un prossimo ritorno di Zlatan Ibrahimovic in bianconero, per la prosssima stagione.

La frase dell’agente dell’attaccante svedese, riportata da Tuttosport, è da prendere per quello che è, vale a dire poco più che una battuta. Ma dietro alle battute spesso c’è la verita e forse questo è uno di quei casi (non che abbia firmato, naturalmente, perché non si potrebbe in questo periodo, secondo i regolamenti, ma che ci sia l’idea per un accordo). Certo, l’ingaggio di Ibra è alto, altissimo, per gli attuali parametri del calcio italiano e della Juventus (12 milioni netti all’anno), ma con i soldi della Champions e con la buona volontà dell’attaccante del Paris Saint Germain (riduzione dell’ingaggio e spalmatura su più anni di contratto rispetto a quello attuale con il club parigino, che scade nel giugno 2015), l’operazione sarebbe sì complicata, ma non da fantascienza.

E anche dal punto di vista tattico, la Juventus vista ieri contro la Lazio sembra già pronta per accogliere Ibrahimovic: centrocampo a cinque e una sola punta a far da torre e da appoggio per i compagni. Un tipo di gioco molto gradito a Ibra, che sarebbe libero di poter svariare su tutto il fronte d’attacco (cosa che non gli capitò, ad esempio, al Barcellona, dove Zlatan venne decentrato dal faro Messi). E per una Juve che vuole fare il salto di qualità in Champions, questa sarebbe una soluzione all’europea. Non giocano forse così (con una sola punta centrale e una serie di trequartisti) tre delle quattro semifinaliste della Champions 2012-13, vale a dire Real Madrid, Bayern Monaco e Borussia Dortmund?

© Riproduzione Riservata

Commenti