Per l’appartamento di via del Campo Marzio in cui l’ex ministro fu ospite. Non escluso il ricorso a causa civile

Giulio Tremonti

Rimborsare le rate d’affitto pagate tra il luglio 2010 e lo stesso mese dell’anno successivo, per quasi 174mila euro. E’ questa la richiesta che l’ex deputato del Pdl Marco Milanese ha fatto all’ex ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, in relazione a quanto speso per l’appartamento di via del Campo Marzio in cui quest’ultimo è stato ospite.

Secondo quanto si è appreso, la comunicazione è stata formalizzata nei giorni scorsi. La situazione comunque non dovrebbe risolversi a breve, tanto che non viene escluso il ricorso al tribunale civile per ottenere il risarcimento. Milanese basa le sue ragioni sul contratto da lui stipulato con il Pio Sodalizio dei Piceni. Secondo quanto rappresentato, Milanese avrebbe provveduto al pagamento del canone dal luglio 2010 al luglio 2011 ricevendo da Tremonti 4.000 euro mensili, mentre da luglio 2011 fino ad aprile 2012 avrebbe pagato l’intero canone. Nel maggio 2012 sarebbe stato poi risolto il contratto con una rata finale di 25mila euro.

Per la vicenda dell’appartamento di via di Campo Marzio, da lui lasciato nell’estate del 2011, Tremonti è indagato a Roma per finanziamento illecito a parlamentare. L’ipotesi degli inquirenti è connessa alla ristrutturazione gratuita dell’immobile, da parte di un imprenditore, indagato a sua volta con Milanese.

© Riproduzione Riservata

Commenti