Lanciata la pagina Facebook A 7734: l’ormai 73enne Menachem Bodner vuole sapere che ha fatto il fratello

Menachem Bodner cerca il fratello

 

A 73 anni Menachem Bodner ha deciso di ricorrere a internet e ai social media per rintracciare il fratello gemello, visto l’ultima volta nel campo di concentramento di Auschwitz. Bodner aveva solo quattro anni e mezzo quando, nel gennaio 1945, i prigionieri vennero liberati dal campo e Bodner perse il fratello.

“Ero nel campo. Arrivò un uomo che cercava moglie e figlia – ha raccontato alla Cnn – mi avvicinai a lui e gli chiesi se voleva essere mio padre. Lui mi prese per mano e mi portò via dal campo”. Il padre adottivo gli diede il nome di Bodner e lo portò con sè in Israele, dove viva ancora oggi. Nel corso degli anni, il padre cercò di rintracciare la famiglia del bambino, ma smise dopo ricerche infruttuose. Solo lo scorso anno, sollecitato dai nipoti, Bodner ha deciso di ritentare, pubblicando su internet le uniche tracce ancora in suo possesso della sua famiglia: una fotografia che lo ritrae quando aveva cinque anni e un’altra che aveva in tasca quando venne liberato da Auschwitz e che ritiene sia della sua famiglia.

© Riproduzione Riservata

Commenti