“Quirinarie” annullate: oggi si rivota. Movimento 5 Stelle ha deciso di ripetere le votazioni per il proprio candidato alla presidenza della Repubblica dopo che sul blog di Grillo è stata riscontrata un’intrusione esterna

le “Quirinarie”

Le “quirinarie” del M5S, le votazioni per individuare i candidati grillini al Colle, sono state annullate per un attacco hacker al sito di Beppe Grillo. Lo annuncia lo stesso leader 5 stelle sul suo blog.

“Le votazioni per il Presidente della Repubblica di ieri sono state oggetto di attacco di hacker. Abbiamo deciso di annullare quindi le votazioni di ieri e ripeterle oggi”, si legge nel post.

“In presenza dell’ente di certificazione è stata riscontrata una intrusione esterna durante il voto e siamo riusciti a determinare le modalità con cui è avvenuto l’attacco – si legge ancora sul blog di Beppe Grillo -. Abbiamo deciso di annullare quindi le votazioni di ieri e ripeterle oggi con nuovi livelli di sicurezza. Ci scusiamo per questo inconveniente e chiediamo di ripetere le votazioni. Grazie per la vostra pazienza”, si legge nel blog di Beppe Grillo.

Le regole per votare alle “quirinarie” – Le regole per le votazioni restano immutate: possono votare gli iscritti al Movimento 5 Stelle al 31 dicembre 2012, che abbiano inviato i documenti digitalizzati, proponendo il loro candidato per la Presidenza della Repubblica fino alle ore 21. I primi dieci candidati saranno in seguito, il giorno lunedì 15 aprile, votati per scegliere il nome che sarà indicato dal gruppo parlamentare del M5S come capo dello Stato.

© Riproduzione Riservata

Commenti