Sondaggio Swg: Pdl al 26,9%, Pd 26,8%, M5S 24%. Il Governo Bersani-Berlusoni piace al 45% degli italiani

Pier Luigi Bersani

Il Pdl guadagna quasi 2 punti (1,9%) rispetto ad una settimana fa e diventa primo partito nelle intenzioni di voto degli italiani, con il 26,9%. Segue con un distacco minimo il Pd (26,8%), che cresce di oltre un punto (1,3%) in 7 giorni. Perde invece quasi un punto e mezzo (-1,4%) il Movimento 5 Stelle, al 24 percento. E’ quanto emerge da un sondaggio realizzato dall’Istituto Swg in esclusiva per Agorà, su Rai Tre.

Scende di un punto e mezzo rispetto a sette giorni fa Scelta civica, che si attesta al 5,6 percento, mentre guadagna quasi mezzo punto (0,4%) la Lega Nord, al 4,5 percento. In lieve crescita (0,2%) Sel, al 3,2 percento, mentre cala leggermente (-0,2%) l’Udc, all’1,8 percento. Infine, Rivoluzione civile e Fratelli d’Italia si attestano rispettivamente all’1,3 e all’1 percento.

“E’ evidente – osserva Roberto Weber, presidente di Swg – la crescita del Pdl e la progressiva perdita di consensi di Scelta civica, come se l’opzione di centro fosse sempre meno appetibile”.

Governissimo, sì o no? Al 45% degli italiani piace l’ipotesi di un accordo tra Bersani e Berlusconi. E’ quanto emerge sempre dal sondaggio Swg per Agorà.

A favore dell’intesa tra Pd e Pdl è ben l’83% dell’elettorato di centrodestra contro il 28% di centrosinistra. L’idea di un accordo piace anche a quasi un elettore su 5 (19%) del Movimento 5 Stelle.

“Il sondaggio – osserva Roberto Weber – mostra che a sostenere l’ipotesi di un accordo Pd-Pdl è soprattutto l’elettorato moderato”.

© Riproduzione Riservata

Commenti