L’attività era iniziata ieri sera con spettacolari fontane di lava. Resta un’emissione di gas e sabbia vulcanica

Etna ancora in eruzione

Si è conclusa la decima eruzione dell’anno dell’Etna. Era cominciata ieri, caratterizzata da violenti boati e dall’emissione un’altissima nube di cenere nera, accompagnata da spettacolari fontane di lava.

La nuova fase, ricostruiscono dall’Ingv di Catania, è iniziata nel pomeriggio dello scorso 8 aprile, con esplosioni e emissioni di cenere. L’attività si è protratta fino al pomeriggio del 10 aprile, quando è passata ad esplosioni stromboliane. Ieri questa attività è gradualmente aumentata, per diventare quasi continua in serata, con forti esplosioni e boati ed emissione di due piccole colate di lava.

Dalla base del nuovo cratere di Sud-Est sono emerse due colate, evidenziate da telecamere termiche dell’Ingv di Catania, ancora presenti, ma non alimentate. Persiste ancora una debole emissione di cenere, ma i parametri sull’attività dell’Etna sono rientrati nella norma.

L’aeroporto Fontanarossa di Catania continua ad essere operativo anche se restano chiusi i settori 1 e 2 dello spazio aereo. L’unità di crisi della Sac, la società che gestisce lo scalo etneo, che tornerà a riunirsi alle 19.

© Riproduzione Riservata

Commenti