Leader Cinque Stelle tuona: “commissariare subito i partiti, Parlamento torni sovrano, è stato svuotato”

Beppe Grillo

“Il Movimento 5 Stelle vuole un Parlamento in pieno esercizio da ora. Il Paese è al collasso e l’attività legislativa è bloccata. Un suicidio. Commissioni subito o partiti commissariati. Il Parlamento deve ritornare a essere sovrano”.

Lo ha scritto Beppe Grillo in un post dal titolo ‘I golpisti#Commissioni subito’, in cui campeggia la foto di Silvio Berlusconi, Pierluigi Bersani e Mario Monti in divisa e stivali da gerarca fascista in armi, in cui ha denunciato che “il golpe è iniziato da anni: un golpe alla luce del sole per delegittimare e svuotare il Parlamento”. Perchè “l’Italia non è più una repubblica parlamentare, come previsto dalla Costituzione, ma una repubblica partitica”. In cui “i partiti hanno sostituito la democrazia” e “la volontà popolare è diventata una barzelletta”.

“Da metà dicembre – ha argomentato ancora Grillo- il Parlamento è entrato definitivamente in coma, ormai ha un encefalogramma piatto. Scioglimento delle Camere anticipato (e non necessario), nuove elezioni e dopo quattro mesi non sono ancora state formate le Commissioni parlamentari che hanno il compito di esaminare i disegni di legge. Non c’è alcun impedimento costituzionale o di altro tipo per istituirle, ma i partiti non le vogliono. Il motivo è semplice. In Parlamento c’è ora un nuovo arrivato, un imprevisto, il M5S che vuole avviare al più presto una serie di leggi che per Pdl e Pdmenoelle sono come l’aglio per i vampiri”.

© Riproduzione Riservata

Commenti