In corso i lavori di maquillage del Museo Archeologico: l’inaugurazione il 15 luglio con la mostra “Leonardo”

lavori al Museo Badia Vecchia

Il Museo di Badia Vecchia sarà inaugurato il 15 luglio. Lo ha annunciato ieri l’assessore alla Cultura, Antonella Garipoli. Lo scorso marzo sono stati avviati i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria del complesso storico di via circonvallazione, adibito a Museo Archeologico. Inaugurato nel 2001, è rimasto in funzione per poco tempo e dopo l’allocazione della “Spada” ritrovata in mare, il sito è stato poi chiuso.

Il tempo e la mancata fruizione – spiega l’assessore Garipoli – hanno determinato un degrado (infiltrazioni di acqua piovana, ammaloramento del legno dei portoni, umidità risalente, etc.) che ha richiesto lo stanziamento di fondi che altro non sono che la percentuale sui proventi degli ingressi al Teatro Greco che viene corrisposta al Comune di Taormina ai sensi della Legge “Ronchi”.

Oltre a ciò, è stato necessario adeguare gli impianti elettrico, idrico, anti-intrusione e climatizzazione. Alla fine dei lavori, la Sala “A”, il Palazzo vero e proprio, sarà destinato a Museo Archeologico: al Piano Terra – Archeologia subacquea; al Piano 1° e 2° – Reperti archeologici prestati al Comune dal Parco Archeologico di Giardini, Taormina e Francavilla e pezzi di proprietà comunale. La Sala “B”, e cioè l’edificio moderno a latere del Palazzo, sarà destinata ad ospitare oltre al bookshop, la biglietteria ed un piccolo ristoro, uno spazio espositivo per mostre itineranti ed arte contemporanea.

L’importo dei lavori è pari a 63 mila euro. Per consentire la realizzazione dei lavori, si è reso indispensabile lo spostamento temporaneo dei reperti archeologici e non nella ex Chiesa di S. Francesco di Paola, avvenuto nei giorni passati grazie alla collaborazione della dott.ssa Maria Costanza Lentini, direttore del Parco, della dott.ssa Maria Grazia Vanaria, funzionaria della Soprintendenza di Messina, della dott.ssa Cettina Rizzo, consulente Culturale del sindaco di Taormina e di una ditta specializzata nel trasloco di opere d’arte. Pertanto, in attesa di rientrare nella sede naturale alla fine dei lavori, alcuni reperti archeologici, tra i più importanti, sono stati resi visibili nell’ex Chiesa di S. Francesco di Paola.

La riapertura del Museo Archeologico di Badia Vecchia è prevista per il 15 Luglio, con l’inaugurazione nella Sala “B” della mostra “Leonardo: le macchine volanti”, in collaborazione con Taoarte.

© Riproduzione Riservata

Commenti